Manovra economica bis 2011 oggi alla Camera

camera-deputati

Oggi la manovra economica passa alla Camera. Ultimo rito di passaggio parlamentare, mentre il voto di fiducia e il sì definitivo sono attesi tra mercoledì e giovedì. Il presidente del consiglio si aspetta il varo definitivo entro mercoledì. “Non credo che alla Camera la manovra subirà aggiustamenti” queste le parole del premier che in un’intervista rilasciata a Belpietro su una delle reti di proprietà Mediaset, ha sottolineato come grazie al comportamento di opposizione e giornali si sia creata, seconda la sua opinione, molta confusione intorno alla manovra.

In questo momento ciò che conta, non è soltanto la rapidità  e l’urgenza di varare la manovra ma soprattutto di tranquillizzare ed appianare con gli interlocutori europei. Questo spiega, in parte, gli spostamenti a Bruxelles da parte del premier, che ha rimandato ancora una volta i suoi appuntamenti, ormai abituali, con le aule di giustizia. In particolare è stata criticata la decisione di recarsi in missione lampo proprio nel momento dell’audizione da parte dei magistrati di Napoli che indagano sulla presunta estorsione ai danni del presidente del Consiglio e che avevano convocato il premier proprio per martedì. Da parte sua Berlusconi si difende “Ho cercato di avere un appuntamento con il presidente del Consiglio dei capi di Stato e di governo Van Rumpuy con il presidente della Commissione Barroso, con il presidente del Parlamento Buzek, ma non è stato possibile averlo oggi, è stato possibile averlo per domani”. Commentando poi ulteriormente la manovra, il premier ha poi sottolineato come questa sia “una manovra che avrebbe schiantato qualsiasi governo del passato. Abbiamo contattatola Bce e chiesto di intervenire sul mercato secondario dei titoli e di acquistarli. La Bce ci ha detto di essere a disposizione ma che occorre anticipare il pareggio di bilancio nel 2013″.