Manovra finanziaria Tremonti giovedì 30 giugno 2011

manovra finanziaria tremonti

Il Ministro dell’Economia Giulio Tremonti si è presentato con in tasca “una manovra molto seria e responsabile che sarà oggetto di un dibattito molto serio e responsabile”, con essa c’erano anche Umberto Bossi e Silvio Berlusconi, oltre che alcuni esponenti di PdL e Lega, e altri ministri, giunti successivamente a Palazzo Grazioli.

La “manovra responsabile” cui Tremonti faceva riferimento è naturalmente la manovra finanziaria 2011, delle cui novità si parla forsennatamente da qualche giorno a questa parte. Noi di TradingOnlineFree vi abbiamo già parlato dei punti chiave di questa manovra Tremonti: tagli alla politica (dal prossimo mese, i ministri non dovrebbero più percepire stipendi come tali, ma solo come parlamentari), finanziamenti alle risorse militari, chiusura dell’Ice, l’Istituto Nazionale per il Commercio Estero, chiusura dell’Enit, l’Ente Nazionale Italiano per il Turismo, stanziamento fondi nuovi per previdenza, sanità, Anas, accorpamento Province – Prefetture, privatizzazione della Croce Rossa.

In tutto, la manovra economica del Ministro Tremonti sarà di circa 43 miliardi di euro e dovrebbe essere varata, ai fini di un pareggiamento di bilancio, nella giornata di giovedì 30 giugno 2011. Ci sono anche alcuni interventi fiscali per le famiglie, come i bonus per i figli, i contributi per le spese sanitarie e l’innalzamento dell’età pensionabile delle donne da 60 a 65 anni. “Mazzata” prevista invece per tutti i lavoratori dei servizi pubblici: per essi, tagli agli stipendi tra il 5 e il 10%. A questo punto non resta che aspettare la giornata di giovedì, e i relativi commenti (alcuni sono già prematuramente “sbocciati”) da parte di tutti gli esponenti del mondo della politica. Voi che ne pensate? Riuscirà Tremonti a varare una manovra per salvare il bilancio del Paese?