Massimo Ferrero, da Livingston a Cannes: le interviste per rilanciare il cinema a Roma

massimo-ferrero-182905

S’è conclusa ieri una iniziativa nei cinema romani che ha visto coinvolte le sale del Gruppo Ferrero Cinemas, gruppo che gestisce uno dei principali circuiti cinematografici in Italia, comprensivo di circa 70 sale. Per tutta la giornata di ieri, i bambini hanno potuto entrare nei cinema al costo di 4€; l’iniziativa è rientrata in un quadro di attività promosse, sempre a Roma, a favore delle famiglie con i bambini, e che ha visto la partecipazione anche di teatri, musei e parchi giochi per i più piccoli.

Questa del circuito di Massimo Ferrero è soltanto una delle tante iniziative volte a rilanciare il cinema nella città di Roma. Dopo aver acquisito il circuito cinematografico di Cecchi Gori, l’imprenditore romano sta ora portando a completamento il processo di ammodernamento delle sale (prossima l’apertura del primo cinema Imax a Roma, ndr), e lavorando su una lunga serie di rassegne speciali per l’estate ventura.

“Da quando ho preso queste sale ci ho messo cuore e sudore – aveva dichiarato Massimo Ferrero in una intervista rilasciata al Corriere Della Sera. Ho garantito i posti di lavoro, con la mia famiglia ho investito più di 20 milioni di euro per ristrutturare l’intero circuito cinematografico. Sono stati tre anni di immane fatica e in cambio ho subito solo attacchi”. Le sale rilevate dal circuito Ferrero hanno fatto registrare +1.000.000 di presenze annue rispetto alla precedente gestione.

Le novità non finiscono qui: l’estate romana accoglierà una serie di iniziative “notturne” grazie ai Cinema Ferrero, le proiezioni speciali (“quelle da 3-4€ a biglietto”) aumenteranno, specie presso il Cinema Adriano, leggendaria multisala che ha oggi ritrovato la sua vitalità d’un tempo grazie a Massimo Ferrero. Per il produttore e distributore cinematografico, la sfida è quella di far crescere ancora di più i numeri dei biglietti venduti al cinema. E non solo: promuovere il cinema presso le scuole è un altro dei suoi chiodi fissi, che potrebbe presto “sbloccarsi”. Non male per un imprenditore che ha sempre vissuto per il cinema (comprese anche alcune “avventure” outdoor di Massimo Ferrero, come le esperienze nella compagnia aerea Livingston, o la costruzione di una città del cinema a Cuba), e per il cinema vorrebbe continuare a donare “sangue e sudore”.

Massimo Ferrero Livingston

www.massimoferrerocinemas.com

www.massimoferrerogroup.com

www.massimoferreroproduttore.com

www.massimoferreroproduzioni.com

www.massimoferreroroma.com

 massimo-ferrero-182905