Mercato auto usate: i brand preferiti dagli acquirenti

mercato auto usate

Mercato auto usate? L’estate è il momento giusto per acquistarle! Secondo una ricerca fatta dall’Aci, nel maggio 2011 gli acquisti di automobili usate in Italia sono aumentati del +2.7%, a fronte di un calo del –15% delle immatricolazioni di nuove auto. In generale, analizzando per differenza le oscillazioni del mercato di compra vendita auto usate e di acquisti auto nuove, il settore dell’automotive in Italia è però sceso nelle vendite. In queste settimane, alcuni importanti siti internet hanno rilasciato dei dati interessanti riguardanti il settore auto usate. In particolare, le inserzioni sono aumentate, e al tempo stesso è sceso, se pur di pochissimo (-1.1%), il prezzo medio delle auto usate.

Come dire: aumentano le offerte dei venditori, aumentano le pretese degli acquirenti. L’Unrae, Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri, ci ha però ricordato come il fatturato delle concessionarie di automobili sia sceso nel 2011 di –22% rispetto allo scorso anno, per una perda che ammonta a circa 2.3 miliardi di euro. Questo è da leggersi, appunto, nel contesto di un aumento delle compravendite di auto usate su Internet. I portali online, sia gli operatori specializzati in annunci, sia gli aggregatori come AutoXY, permettono ai potenziali acquirenti di scegliere meglio le auto usate da acquistare, risparmiando tempo, e anche denaro, visto che si può fare tutto comodamente da casa.

I prezzi delle automobili usate online sono inoltre più bassi rispetto a quelli che troviamo nelle concessionarie, e questo lo sanno bene anche i rivenditori, che vedono scendere la quotazione delle proprie auto e preferiscono i siti web per poter sfruttare occasioni migliori, come le aste online, ad esempio. Chiudiamo con le curiosità circa i marchi automobilistici più presenti nelle classifiche di auto usate vendute in Italia: Nissan e Ford hanno fatto registrare un incredibile balzo di circa +23% rispetto alle auto usate vendute nello scorso anno; in crescita anche i brand Audi, Volkswagen, Mercedes e Bmw, diminuiscono invece le Alfa Romeo, -15%, sicuramente questa è una decrescita dovuto al fatto che la casa del biscione in quest’ultimo anno ha puntato un sacco sul rinnovamento della propria gamma, facendo infatti registrare una crescita nelle vendite di nuovi modelli.