Mercato export 2010 Cina, per gli States servono misure di compensazione

yuan

Il mercato d’esportazione cinese continua a far registrare numeri da primato. Secondi gli ultimi dati nel mese di giugno l’export cinese è arrivato al +43.3% rispetto allo scorso anno, mentre le importazioni hanno visto un incremento del 34%.

Il dato sull’export della Cina ha significato il più alto avanzo del saldo sulla bilancia commerciale da ottobre e non ha tenuto conto della clamorosa notizia dello sganciamento del valore dello yuan rispetto alla quotazione del dollaro. Anzi dal vertice del G20, dove è stata data la notizia, la moneta cinese ha avuto una rivalutazione sul dollaro di meno dell’1%.

Secondo gli esperti i numeri fatti registrare dal mercato cinese sono un segnale positivo perché significano che l’economia mondiale è in ripresa.

Ad ogni modo questi dati sottolineano ancora una volta che il contenzioso che hanno aperto gli altri paesi sulla sottovalutazione artificiale dello yuan cinese presenta ancora molte problematiche e non si può ancora ipotizzare una data nella quale tali problematiche saranno superate. Anche alcuni membri del Congresso americano hanno ribadito che sono necessarie misure di compensazione contro la Cina.