Montecarlo: nozze ricche per il principe Alberto di Monaco

monaco_R400

Suonano le campane a festa nel principato di Monaco. Il copione lo conosciamo bene, champagne a profusione, ostriche, crudite’, caviale, astici, frutta esotica e fuochi d’artificio. Eppure uno dei protagonisti principali a rischiato di mandare tutto all’aria. Charlene, la sposina, voleva fuggire secondo il settimanale francese l’Express. Qualche giorno fa avrebbe voluto interrompere i preparativi del suo matrimonio e ripartire per il Sudafrica. Motivo? Sarebbe venuta a conoscenza dell’ennesimo figlio adulterino di Alberto, e Nicole Coste hostess Air France, nato nel 2003 e riconosciuto nel 2005. L’emergenza sembra rientrata e ora tutti si preparano a celebrare il tanto atteso matrimonio del principe eterno scapolo inseguito dagli scandali che attira a se come un magnete.

Aberto ha passato le sue 52 primavere e porta all’altare un 33enne prodigio del nuoto mondiale e top model, tanto per gradire. Anche la musica sembra un po’ datata: Hotel California, Tequila sunrise, Desperado e tutto il repertorio delle vecchie glorie Eagles. Ma e’ facile adeguarsi e lasciarsi alle spalle vecchie storie ed imbarazzi quando il patrimonio personale del principe e’ stimato, secondo la rivista americana Forbes, 1 miliardo di dollari. Nono tra i reali del mondo, inclusi gli sceicchi che dominano il mondo con il loro petrolio. Niente oro nero a Monaco, in compenso 36 banche, 6 casino e 42 fondi di investimento. Oltre e decine di fiduciarie e centinaia di società immobiliari su due soli chilometri quadrati di estensione, dove ci sono poche tasse e meno controlli. In questo paradiso dorato c’e’ però spazio anche per la generosità, il principe ha chiesto agli invitati, altrettanto milionari, di devolvere in beneficenza quanto avrebbero destinato ai regali, in cambio offrirà un weekend memorabile. Un banchetto aperto a tutti i sudditi, intrattenimento di Bocelli e McCartney. Abiti generosamente offerti da Armani agli sposi e l’anello commissionato al gioielliere di fiducia di Dodi al Fayed. Anche se il prezioso che brillerà di più sarà lei, Charlene. E se il mondo non fa una piega sulla provenienza di tanta ricchezza, perché dovrebbe imputarsi proprio lei?