Monti in America, incontro con Obama

Barack_Obama_in_the_Blue_Room

E’ andato benissimo l’incontro fra il nostro presidente del Consiglio Mario Monti e il presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Non poteva andare meglio. Gli U.S.A infatti faranno di tutto per contribuire a stabilizzare l’euro: parola di Obama.

Durante il colloquio i due hanno parlato moltissimo di come andare avanti e Obama ha sottolineato l’importanza di forti “firewall” (barriere di difesa) finanziare europee per contenere il problema del debito della zona dell’Euro.

Il presidente americano è stato molto contento delle riforme attuate fino ad ora in Italia e, dopo l’incontro, ha detto di avere “piena fiducia nella leadership di Monti”. Almeno qualcuno che gli dice al nostro presidente parole confortevoli. Adesso Monti sarà sicuramente più tranquillo dopo aver ricevuto i complimenti dalla Casa Bianca e potrà uscirsene con qualche altra modifica di qualche articolo della nostra Costituzione.

D’altronde di cose da cambiare ce ne sono davvero tante quindi vediamo quale sarà la prossima mossa. Al termine dell’incontro con il presidente Usa, il premier Mario Monti ha, infatti, detto che “l’incoraggiamento del presidente Obama aiuta il nostro governo a continuare sulla strada delle riforme strutturali”.

Dopo l’incontro i due hanno tenuto una conferenza stampa congiunta, nella quale hanno sottolineato che la comune volontà di continuare a giocare il ruolo in una alleanza strategica, attraverso la condivisione e la difesa di valori comuni. Insomma i due vogliono continuare ad avere una collaborazione come quella che va avanti ormai da decenni.

E domani Monti, nella seconda tappa della sua missione americana, a New York mostrerà agli operatori di Wall Strett, agli osservatori ed analisti del Ney York Times e di Bloomberg, e alle più alte cariche delle Nazioni Unite come intende andare avanti. Chissà cosa pensano i cittadini italiani quando leggono queste cose. Io cerco di tenermi fuori da ogni giudizio perché a volte sono troppo azzardosi e complottistici.