Nave Costa Concordia, incidente a danno della Carnival Corporation

Cruise Ship Costa Concordia Runs Aground Off Giglio

Carnival Cruis Lines è uno de marchi della Carnival Corporation & Plc., società per azioni americana, nata nel 1972, che controlla la Costa Crociere. Nel 1987 il 20% della compagnia fu quotato in borsa. In seguito all’incidente della nave Costa Concordia avvenuto lo scorso 13 gennaio, la Carnival ha fatto registrare alla borsa di Londra un clamoroso calo del –17,66% delle azioni Al momento le azioni costano 12 cents l’una per un totale di 95 milioni di dollari.

Diveerse agenzie di rating, che definiscono anche gli standard di sicurezza dei consumatori (non solo dei mercati), hanno declassato pesantemente la Carnival in seguito alla catastrofe dell’Isola del Giglio. I mercati prevedono che i consumatori staranno alla larga dalle crociere per un prolungato periodo di tempo.

La stessa Carnival stima una riduzione vicina ai 100 milioni di dollari sugli utili del 2012.

Tutte le responsabilità e i costi dei danni provocati sono da accertare. Anche Il Sole 24 Ore ha dato la propria stima dei danni: 200 milioni di dollari per la compagnia nell’immediato, 191 milioni di dollari per il fatturato della Carnival, 450 milioni per riparare la nave Concordia.

Quest’ultima subirebbe così danni per circa 850 milioni di euro: quanto stiamo ascoltando in tv in merito ai risarcimenti ai passeggeri e ai danni ambientali, sono costi a carico delle assicurazioni. Queste ultime pagheranno a ciascuno dei passeggeri presenti al momento dell’incidente almeno 20.000  euro di risarcimenti.