Nave Costa Concordia, oggi news su una donna e un ddl

costa concordia

Le ultime notizie che arrivano dall’Isola del Giglio in merito all’inabissamento della nave Costa Concordia non sono delle migliori: ci sono aggiornamenti in diretta delle agenzie di stampa che parlano di ripetuti spostamenti della nave che nelle prossime ore potrebbero comportare la fuoriuscita delle 2.300 tonnellate di carburante presenti nei serbatoio.

Non solo, è anche corsa contro il tempo per poter ritrovare i 21 dispersi. Disastro ecologico e nuove vittime, questo è lo scenario che si prospetta all’orizzonte a circa una settimana dalla tragedia.

Ci sono anche novità riguardanti le indagini e le operazioni del Governo in merito a quanto accaduto.

Gli inquirenti di Grosseto, stando a quanto riferisce il TgCom, sarebbero risaliti ad una dichiarazione di un comandante (che ha preferito restare anonimo) secondo il quale la manovra di passare con la nave da crociera larga 35 metri attraverso due scogli che distano l’uno 60 metri dall’altro, è una “prova di coraggio marinaresco” già svoltasi in passato, in condizioni di acque calme.

L’inchiesta inoltre si rivolge ora nei confronti di Domnica, donna di 24 anni che è stata avvistata insieme al comandante Schettino pochi istanti prima dell’incidente. La donna, di origini rumene, lavorava nella nave Costa ed ha ancora oggi grande volontà di difendere Schettino. Smentisce le accuse di abbandono della nave e di ubriachezza che sono state rivolte da altri lavoratori e dai passeggeri presenti. Da parte del Governo è da segnalare la proposta di una nuova norma che possa evitare, sia dal punto di vista strumentale che dal punto di vista dei comportamenti, ulteriori incidenti di questo genere.