Obama vs Romney, le prossime elezioni Usa 2012 in data 6 novembre: piani finanziari

Obama_Austin

Quando si tengono le elezioni presidenziali statunitensi? La data è fissata per il prossimo martedì 6 novembre 2012: Barack Obama e Mitt Romney si contendono la carica di Presidente degli Stati Uniti d’America. Nella stessa data si terranno le elezioni parlamentari, del Senato e governative in altri 13 Stati. Ad oggi i sondaggi parlano di un vantaggio di Obama su Romney, vantaggio consolidatosi dopo l’arrivo dell’uragano Sandy.

Interessante è il dibattito finanziario tra i due candidati alla Casa Bianca. Il repubblicano Romney è quello che ci ha dato più dentro nei confronti dell’avversario: se leggete questo articolo pubblicato su Repubblica.it, troverete addirittura un paragone con l’Italia e la Grecia, due Paesi ai quali, stando a Romney, gli Stati Uniti si avvicineranno qualora verranno attuate le politiche economiche di Obama.

Obama, negli ultimi anni, ha puntato prevalentemente ad una svalutazione del dollaro sui mercati delle valute, facendo sì che il potere di acquisto degli americani subisse danni limitati “tra le mura di casa” e che venissero creati posti di lavoro. Adesso Obama dovrà prestare un occhio di riguardo al deficit di bilancio e attuare provvedimenti che possano rinforzare il dollaro.

Da segnalare anche questo articolo di Finanza.com che parla del futuro di Wall Street in mano all’uno o all’altro candidato dopo le elezioni Usa 2012. Ve lo riassumo in breve: Obama punta a tagliare 500 miliardi di dollari dalla difesa per creare posti di lavoro pubblici, r a espandere la moneta nel mondo risanando il deficit degli Usa. Come? Aumentando la pressione fiscale e il costo della vita di circa il +2.5% / 2.8%. Romney invece punta rinsaldare gli armamenti in Medio Oriente per difendere petrolio e moneta, combattere l’inflazione e rinviare di 6 o 12 mesi il “fiscal cliff”, una sorta di finanziaria volta a ridurre il debito pubblico americano.