Pensioni Italia 2011: meno di 1000 euro al mese per 1 italiano su 2

istat3

Vivere con meno di mille euro al mese. E’ la realtà di quasi la metà dei pensionati che emerge dall’indagine Istat sui trattamenti pensionistici e beneficiari del 2009 secondo cui il 46,5% dei 16,2 milioni di pensionati italiani (7,7 milioni di persone) ha redditi da pensione complessivi (uno o più trattamenti) per meno di 1.000 euro. Il 14,7% (2,4 milioni) dei pensionati ha redditi inferiori a 500 euro mentre il 31,8% (5,3 milioni) ha redditi tra i 500 e i 1.000 euro.

Nel 2009 la somma complessiva delle prestazioni pensionistiche previdenziali e assistenziali erogate in Italia ammonta a 253.480 milioni, in aumento del 5,1% rispetto al 2008. Lo rileva l’Istat nell’indagine sui trattamenti pensionistici e beneficiari pubblicati proprio oggi. La spesa per il 2009 corrisponde al 16,68% del Pil, prodotto interno lordo e la sua quota e’ cresciuta di 1,3 punti percentuali rispetto all’anno precedente. Incidenza record quindi della spesa pensionistica sul Pil. In particolare nel 2009 anche a causa del calo del Pil nel 2008 dovuto alla crisi economica, la spesa pensionistica ha pesato sul prodotto interno il 16,68% a fronte del 15,38% nel 2008. Mentre nel 2007 la spesa complessiva per pensioni previdenziali e assistenziali era stata del 15,07%, circa allo stesso livello nel 2006 (15,06%). Il dato allarmante del 2009 e’ il più alto di sempre. E si inserisce in quadro che mostra come a pagare la crisi siano le classi sociali più deboli. Fallimentari i tentativi di abbassare le pensioni e di limitare alcuni benefici assistenziali, ad esempio verso i disabili e portatori di handicap, se tutto questo non si inserisce in un quadro di riforme più ampio che punti ad una dura lotta senza esclusione di colpi verso l’evasione fiscale. Anziani e famiglie sempre piu’ sole a fronteggiare un futuro sempre più nero.