Per la 1ª volta i “Paperoni” asiatici superano quelli americani

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

I ricconi asiatici superano per la 1ª volta per numero i colleghi Papaeroni americani. Lo indica chiaramente la 16ª ricerca annuale World Wealth Report 2012. La ricerca censisce gli individui in possesso di almeno un milione di dollari Usa in ricchezza finanziaria.
Come detto per la 1ª volta dal 2008 la loro ricchezza complessiva è calata, dell’1,7 per cento anno su anno, a 42.000 miliardi di dollari Usa. Il numero dei milionari, invece, è salito a 11 milioni, +0,8 per cento sul 2011, nelle aree emergenti come  America Latina (+5,4 per cento), Medio Oriente (+2,7 per cento), Africa (+3,9 per cento), Asia (+1,6 per cento).
I Paperoni del Vecchio Continente salgono dell’1,1 per cento a 3,2 milioni, mentre i nordamericani calano dell’1,1 per cento. In generale il segno “meno” è generalizzato, tranne che per il Medio Oriente, dove si sale dello 0,7 per cento a 1.700 miliardi di dollari Usa.
La caduta delle Borse dello scorso anno, e il rallentamento dei Prodotti interni lordi nei singoli paesi sono i principali fattori di flessione della ricchezza mondiale, che dovrebbero estendere i loro riflessi negativi anche per quest’anno, mentre nel 2013 dovrebbe vedersi una ripresa del contesto.
Ha detto George Lewis, capo di Rbc wealth management: «Nonostante nel 2011 sia aumentato il numero di persone con reddito superiore al milione di dollari, la loro ricchezza è globalmente diminuita a causa delle gravi ripercussioni causate dalla volatilità del mercato».
Il 2011, infatti, è stato il 2° anno di maggiore volatilità degli ultimi quindici. E la responsabilità di questi scossoni nei prezzi è soprattutto delle crisi sovrane nel Vecchio Continente.