Piano Famiglie: moratoria mutuo casa 2010

mutuo moratoria

Come ben sapete dal primo febbraio scorso è partito il cosiddetto Piano Famiglie, ovvero la moratoria sui mutui che va a sospendere la rata per un anno per coloro la cui rata è divenuta troppo onerosa e quindi difficile da rimborsare.

Da febbraio ad oggi sono circa 15mila le famiglie che hanno chiesto la sospensione della rata del proprio mutuo: andiamo a vedere nello specifico i dettagli e qualche cifra di questa manovra finanziaria, parlando del trimestre febbraio-marzo-aprile 2010.

L’iniziativa è stata resa possibile grazie all’accordo tra l’Abi e le associazioni dei consumatori per andare incontro alle famiglie che si trovano ad affrontare problemi economici vista la terribile crisi economica mondiale di cui vediamo ancora i pesanti strascichi.

Coloro che beneficiano dell’accordo sono le famiglie che hanno visto, nel 2009 o nel 2010, perdita di posti di lavoro, cassa integrazione, malattia o lutto di un familiare che produceva reddito. Tale moratoria viene applicata sui mutui alla prima casa, anche qualora ci si trovi in fase di preammortamento, e quelli cartolarizzati con importi fino a 150mila euro, e a quelle famiglie che hanno un reddito che non supera i 40mila euro che sono rimaste indietro con il pagamento rateale fino a 180 giorni.

Con la sospensione della rata per un anno le famiglie italiane riescono a risparmiare circa 6.800 euro in media e quindi la richiesta della moratoria è una delle migliori “armi” adottate per affrontare la crisi economica.

Secondo i dati dell’Abi, fino ad oggi sono coloro che subiscono il regime di cassa integrazione o di mobilità che stanno maggiormente utilizzando la sospensione delle rate, in particolare il 19.2% al Centro, il 22.2% al Sud e sulle Isole e il 58.7% al Nord.