Prezzi oro e petrolio 2012

450px-Petroleum

L’era del petrolio sta per finire e il suo prezzo quindi con il trascorrere degli anni non farà altro che aumentare sempre di più. E’ quanto affermano due ricercatori, James Murray della Washington University e David King di Oxford, in un editoriale pubblicato da Nature.

Secondo i due analisti, che si sono basati sono basati sui dati del ministero per l’Energia statunitense, dal 2005 a oggi la produzione ha raggiunto un plateau e i nuovi giacimenti che sono stati scoperti in questi ultimi anni non sono riusciti ad aumentare la produzione ma hanno soltanto rimpiazzato quelli vecchi. La produzione di petrolio infatti non supera i 75 milioni di barili al giorno oramai dal lontano 2005 nonostante la fluttuazione dei prezzi.

E questo sembra essere un chiaro e limpido segnale del fatto che non siamo più in grado di rispondere all’aumento della domanda. Inoltre loro sostengono che fino a questo momento sono stati utilizzati in totale mille miliardi di barili di petrolio e le riserve stimate sono della stessa quantità. Ma quello che non sarà uguale è il prezzo che aumenterà sempre di più.

Per quanto riguarda l’oro invece, oggi il suo prezzo ha chiuso in netto rialzo e ciò che non accadeva dallo scorso 7 dicembre. Inoltre, secondo quanto annunciato dalla Banca Centrale degli USA, i tassi d’interesse resteranno a dei bassi livelli fino alla fine del 2014. Ad allarmarsi per questa situazione sono come sempre i mercati poiché molto spaventati di un possibile aumento dell’inflazione. Cosa ne sarà di noi e di questo mondo che sembra non trovare la via giusta per raggiungere il benessere economico?