Rating credito debito pubblico in Europa

moody's

Moody’s, l’agenzia di valutazione del merito di credito, ha sancito il passaggio della valutazione del debito del Portogallo da “A1” ad “A2”. In questo modo le prospettive sono state classificate come stabili.

La decisione presa da Moody’s è venuta in base alle prospettive di un deterioramento delle finanze pubbliche nel corso del medio termine, elemento che combacerà con una crescita destinata ad essere debole.

Si legge in una nota dell’agenzia che il debito pubblico portoghese crescerà in rapporto al Pil ed alle entrate per i prossimi due o tre anni.

Nel primo caso gli analisti suggeriscono cifre vicine al 90% mentre nel secondo al 210%. Solo dopo i numeri si ristabilizzeranno, quando cioè il saldo primario ridiventerà positivo.

Moody’s adesso ha messo sotto analisi il rating del Giappone, che attualmente è classificato con “AA”, sebbene Tokyo abbia il debito pubblico più elevato al mondo, con cifre che toccano il 230% del Pil, il doppio dell’Italia. Tra due mesi potremo vedere gli effetti dell’”osservazione” di Moody’s sul Giappone visto che questi sono i tempi necessari per un eventuale declassamento.