Rating: da Moody’s un allarme sul rischio di default nell’Eurozona

LOGO COMUNITA EUROPEA

Moody’s, la celebre agenzia internazionale di rating, lancia un temibile segnale di allarme rosso affermando che per i Paesi dell’Eurozona le probabilità di più default: “non sono più insignificanti” anzi… E una catena di default aumenterebbe di molto la possibilità che una o più nazioni escano dall’euro”.
L’allarme di Moody’s è contenuto in uno speciale report sul Vecchio Continente ferocemente azzannato dalla crisi del debito. L’analisi spiega che nelle ultime settimane le probabilità di uno scenario molto negativo nell’Eurozona sono aumentate in conseguenza del peggioramento delle prospettive economiche e dell’incertezza politica in Italia e in Grecia. L’agenzia lancia un servero monito: in assenza di misure che nel breve periodo stabilizzino i mercati, potrebbero essere riviste le valutazioni sui paesi dell’area euro e dell’Unione Europea.  L’agenzia internazionale prevede di portare a termine la revisione dei rating dell’area nel primo trimestre del prossimo anno.
Va detto comunque che lo scenario di segnato dal report di Moody’s resta basato sulla previsione di una sostanziale  tenuta dell’area euro. Ma saranno molto probabili in ogni caso implicazioni assai negative sul rating. La fulminea escalation della crisi del debito di Eurozona e del settore bancario sta seriamente minacciando tutti i rating sovrani europei, inoltre l’aumento della pressione ha spinto le autorità europee ad agire molto rapidamente per riportare al più presto fiducia nei mercati internazionali. L’area euro ha punti di forza economici e finanziari, sostiene ancora Moody’s, ma la debolezza delle istituzioni continua ad essere un freno per la risoluzione della crisi e pesa  fortemente sui rating.