Ricerca europea di TomTom sulle autostrade

Jam Ahead Warning

Mancato rispetto della distanza di sicurezza, ingorgo improvviso, rallentamenti inaspettati e code: sono queste le cause di incidente per 4 automobilisti italiani su 10 (46%). Non solo l’alta velocità, dunque. Ingorghi imprevisti e traffico mettono a repentaglio la sicurezza stradale anche per i guidatori più abili. E per segnalare il pericolo di coda imminente, arriva nei navigatori TomTom la nuova funzione “Allerta traffico lungo il percorso”.

È quanto emerge da una ricerca realizzata da YouGov per TomTom su oltre 8000 automobilisti in tutta Europa*, che dimostra quanto ogni giorno rallentamenti improvvisi e brusche frenate generino incidenti che potrebbero essere evitati.

Il 35% degli intervistati, infatti, conferma di essere stato coinvolto in un incidente automobilistico proprio a causa di un imbottigliamento del traffico che lo ha colto alla sprovvista. Non solo: per una velocità di 100 km/h, il 64% dei conducenti europei afferma di conoscere le distanze di sicurezza necessarie per evitare questo tipo di incidenti ma, ma solo il 28%, a conti fatti, conosceva effettivamente le distanze da mantenere in base alla velocità a cui sta andando e con quanto anticipo frenare. La stragrande maggioranza degli intervistati, invece,sottovaluta abbondantemente lo spazio necessario per frenare in tutta sicurezza, mettendo così a rischio sé stessi, i passeggeri e gli altri automobilisti.

E in Italia? La situazione è ben chiara. Al 66% degli automobilisti (in pratica 7 su 10) succede abitualmente di dover inchiodare a causa di code improvvise, mentre il 38% è stato coinvolto in incidenti dovuti a code e frenate brusche, anche se le donne dimostrano di districarsi nel traffico meglio degli uomini (34% contro il 42%). Inoltre, 1 su 5 (20%) ha tamponato l’auto che lo precedeva, anche se ancora una volta le donne al volante dimostrano una prontezza di riflessi maggiore dei maschietti (16% contro 24%). In totale, ben il 46% ha vissuto entrambe le situazioni, di tamponare e di essere tamponato.

Eppure, la maggioranza dei guidatori italici sostiene di essere assolutamente ligio alle regole: il 68% afferma di mantenere sempre la distanza di sicurezza, addirittura il 78% dice di sapere perfettamente cosa sostiene il Codice della Strada in materia, e ben l’89% è sicuro di saperla valutare e calcolare in relazione alla velocità alla quale sta viaggiando. Alla prova dei fatti tuttavia, solo una esigua minoranza ne è davvero capace: a seconda della velocità, dal 50% fino all’80% degli interrogati non hanno saputo rispondere correttamente.

Dati confermati anche da una ricerca di ANIA (Associazione Nazionale Imprese Assicuratrici), l’87% degli automobilisti non è sicuro di saper calcolare la distanza di sicurezza quando guida a velocità sostenuta, mentre il 14% ammette di non rispettare tale distanza proprio quando viaggia ad alta velocità.

Infine, in merito al comportamento degli italiani in caso di code improvvise, l’82% mette subito le quattro frecce (facendo evidentemente riferimento alle strade extraurbane, anche se secondo i dati di ANIA il 76,4% degli incidenti avviene però nelle strade cittadine,), il 26% da un colpo ai freni prima di frenare davvero, in modo da allertare chi segue, mentre l’8%curiosamente suona il clacson.

“Questa nuova indagine rivela un problema molto serio che TomTom ha deciso di affrontare con la più avanzata tecnologia dedicata al traffico.” afferma Luca Tammaccaro, Vice President Sales Italy & Balkans di TomTom. “TomTom Traffic è un servizio in continua evoluzione, diventato ora così preciso da poter individuare la posizione esatta di un ingorgo con un buon margine d’anticipo. Abbiamo così sviluppato la funzione “Allerta traffico lungo il percorso” che segnala code e rallentamenti imminenti proprio per mostrare agli automobilisti dove inizia l’ingorgo del traffico e, cosa ancora più importante, quando devono iniziare a rallentare se stanno viaggiando a una velocità eccessiva”.

Secondo la ricerca, il 91% degli automobilisti italiani sarebbe interessato ad avere un dispositivo capace di segnalare per tempo code o ingorghi, per essere più sicuro al volante e guidare in tutta tranquillità. In occasione del recente lancio della nuova linea GO (i nuovi GO Connessi via smartphone 400, 500, 600 e i Sempre Connessi 6000 e 5000), TomTom conferma l’importanza del suo servizio d’informazione sul traffico, TomTom Traffic, per gli automobilisti italiani, includendo nei nuovi navigatori per auto “Allerta traffico lungo il percorso”, una funzione davvero unica nel suo genere.

*Tutti i dati, se non diversamente specificato, sono stati elaborati da YouGov Plc. su un campione totale di 8.227 automobilisti provenienti da Regno Unito (1.689), Francia (1.148), Germania (1.351), Italia (1.441), Spagna (1.359) e Paesi Bassi (1.239). La ricerca sul campo è stata condotta tra il 6 e l’11 Agosto 2013. L’indagine è stata effettuata online. I dati sono stati ponderati e sono rappresentativi di tutti gli adulti dotati di patente di guida (età 18+).

 Jam Ahead Warning