Risparmio: crescono i clienti che preferiscono le banche on line

523px-Bancomat_ATM_italy

In tempi di crisi economica qualsiasi forma di risparmio è ben accetta e anche molto ricercata. E’ il motivo che per esempio sta spingendo un numero costantemente crescente di persone ad affidarsi alle banche online che consentono di abbattere in normali costi dei classici conti correnti, che, vale la pena ricordarlo, nel nostro Paese sono mediamente più alti rispetto a quanto avviene nel resto del Vecchio Continente.
Secondo quanto afferma il report Nielsen e Finance nel mese di giugno di quest’anno gli italiani hanno trascorso sui siti delle banche quasi cinquecento milioni di minuti, ovvero il 47 per cento in più rispetto al pari periodo del 2011. A questo trend di crescita concorrono comunque anche altri diversi elementi: «Da una parte – afferma l’amministratore delegato di Nielsen in Italia, Roberto Pedretti – c’è l’aumento complessivo dell’utenza internet in Italia, dall’altra va considerata la maggiore attenzione con cui i consumatori valutano le caratteristiche di un’offerta che risulta sempre più diversificata e complessa. C’è poi da considerare lo sviluppo di una attività strutturata  di engagement messa in atto dai principali player bancari nell’ambito dei social network» .
Sono molte le banche che ormai propongono un conto on-line che offrono servizi fra i quali apertura del conto, gestione e controllo del saldo direttamente via Internet, carte di credito gratuite, prestiti, mutui e trading online. Fra i vari conti disponibili possiamo segnalare Genius Ricaricabile della Unicredit, Bancoposta delle Poste Italiane, Conto Arancio Ingdirect, Deutsche Banck, Fineco anch’esso del gruppo Unicredit, Iwbank, Sella, We@Bank legato alla BPM e alla banca di Legnano.