Roma DiBenedetto mercato: il sogno americano nella capitale

medium_110714_150431_BAST140711spo_0119-29165259

Una nuova Roma, quella presentata ieri in conferenza stampa dal neo presidente Thomas Di Benedetto. Presentate anche le nuove maglie per la prossima stagione. Esordisce ringraziando chi l’ ha preceduto,  DiBenedetto, e dichiara aperta una nuova era che cambierà il calcio con un management, con un sogno che verrà condiviso dai tifosi. Richiederà tempo, dice, ma ci lavoreranno tutti, cercando di dare il massimo. Sviluppare una nuova cultura e una squadra che dia il meglio di sé e far rendere al massimo i giocatori. Questo il sogno americano. Cominciando tutto dal management, l’obiettivo primario è ciò che avviene sul campo. Nelle prossime settimane si avra’ un’idea più chiara del futuro della squadra. La Rsegoma sta seguendo giovani talenti.

Ottime parole anche per Totti, considerato il centro di tutto. I maligni vociferano che il budget non sia all’altezza del sogno. ” Il budget? L’obiettivo è dare flessibilità per poter mettere assieme diversi giocatori che Sabatini e l’allenatore hanno richiesto. Noi non decideremo sui giocatori, ma dai manager che abbiamo messo: Baldini, Sabatini e Luis Enrique. Decideremo in base alle loro richieste e a ciò che offrirà il mercato. I giocatori dovranno adattarsi al gioco della squadra”. E ancora : “Ci vedremo presto con i funzionari del Coni. Noi abbiamo molta esperienza e la offriremo. Stiamo analizzando la situazione del nuovo stadio. Ci incontreremo con il Coni e decideremo. Una delle aree fondamentali è il marketing, abbiamo diverse persone con esperienze in questo e ci rivolgeremo a loro per svilupparlo e crescere. Per lo sviluppo dei media noi abbiamo una società che sviluppa social media, ha sede a Boston e ha lavorato per il Vaticano e altre aree”. L’obiettivo è che la Roma diventi la migliore squadra che possa essere. Aumentere le risorse per avere giocatori migliori. “Il talento che portiamo a Roma è altissimo, anche se alcuni sono giovani giocatori. Chi ha esperienza sarà d’esempio e i tifosi ameranno questi giovani. E’ come un bambino, lo ami ma devi capire che a volte non è pronto, ma Luis Enrique farà di tutto per rendere la squadra competitiva”.