San Valentino 2012 e Tony Bennett nel logo Google di oggi

logo google san valentino 2012

Oggi 14 febbraio 2012 è il giorno di San Valentino, “la festa degli innamorati”. Il motore di ricerca Google ha dedicato un logo animato a questa ricorrenza, per chi ancora non ha avuto modo di vederlo, beh, sappi che si tratta di una animazione che parla del corteggiamento di un bambino nei confronti di una bambina. Con un lieto fine, e qualcosa di buono da insegnarci (l’amore non si compra?).

Come di consueto, il logo Google offre al mondo degli internauti la possibilità di dedicarsi con attenzione ad un determinato argomento, offrendo una serie di news e approfondimenti in materia.

 E su San Valentino 2012 ce ne sono tantissimi da potervi raccontare. Ne abbiamo scelti alcuni per voi, siete pronti?

Google ha fatto 13 !

Per chi non lo sapesse, questo è il  logo numero 13 che Google manda online per il giorno di San Valentino. In Italia non abbiamo avuto modo di vederli tutti, il primo fu messo online nell’anno 2000, si trattava di una scritta “Google” con due cuori al posto delle due “O”, ed un cupido intento a scagliare la freccia con l’arco. In questo articolo trovate le immagini di tutti i loghi Google dedicati a San Valentino, ed alcune interessanti curiosità sull’editing del logo 2012, che vi consigliamo di leggere.

Pare che il logo di oggi sia uscito da Google Labs. L’idea della storia di animazione, del bambino che cerca su Google regali da comprare per la sua innamorata, nasce da un progetto di sviluppo di algoritmi comportamentali degli utenti. In pratica, Google traccia le ricerche effettuate e le spese compiute, e da esse risale al tipo di vita sociale e di coppia di un utente. Certo, non ci vuole un algoritmo per capire che se una persona cerca e acquista in continuazione cioccolatini, peluche, rose rosse e cartoline d’amore, significa che sta corteggiando qualcuno. Non vi pare?

Conoscete la canzone del logo?

La canzone che fa da sottofondo al logo Google è cantata da Tony Bennett, cantante americano ancora in vita, nato nel 1926 e oggi ancora una leggenda della musica pop e jazz. La canzone si intitola “Cold, Cold, Heart” (letteralmente: “freddo, freddo, cuore”), è molto malinconica, ma nonostante questo viene ancora oggi utilizzata in molte serenate e dediche d’amore. La canzone fu inizialmente scritta da Hank Williams nel 1951, aveva i toni di una “ballata blues”, e fu registrata in cassetta insieme a “Dear John”, una delle canzoni country più famose di sempre. Tony Bennett, sull’onda del successo della versione originale, registra per conto della Columbia Records un arrangiamento orchestrale insieme a Percy Faith, compositore e direttore d’orchestra tra i più famosi della storia musicale d’America. “Cold, Cold, Heart”, oltre che da Tony Bennett, è stato registrato da diversi artisti, tra i quali Johnny Cash, Louis Armstrong, Ronnie Hawkins, Lucinda Williams e Norah Jones.

L’autore principale, Hank Williams, si congratulò con Tony Bennett per come migliorò la sua canzone rendendola ancora più appetibile per il grande pubblico. L’ultima esibizione di Cold, Cold, Heart dal vivo risale all’anno 2005, in una tourneé americana dello stesso Bennett. E se qualche creativo impiegato presso Google fosse allora presente nel pubblico?

httpv://www.youtube.com/watch?v=QTGTneFgT14

Un logo Google che ha lasciato il segno

Stando a quanto scrive il Daily Finance, il sindaco di San Francisco Edward M. Lee avrebbe indetto oggi il “Tony Bennett Day”, giorno di celebrazione del musicista che canta la canzone che ascoltiamo nel logo Google. Bennett però è nato il 3 agosto e, appunto, il sindaco di San Francisco avrebbe preso questa decisione in giornata, proprio dopo aver preso visione del logo Google per San Valentino.

Non è nient’altro che una leggenda, che ben ci sta, comunque, quando si è protagonisti di un logo di Google. In realtà, a San Francisco era in programma una cerimonia per festeggiare il 50° anniversario della pubblicazione della canzone di I Left My Heart In San Francisco.

La canzone, bellissima, fu una delle hit di Tony Bennett, e verrà per tutta la giornata di oggi mandata in onda sulle radio della città. Tony Bennett verrà celebrato presso luoghi importanti come l’Union Square, l’Hallidie Plaza e il piazzale antistante il municipio. Chissà che il prossimo 3 agosto Google allora non decida di dedicare il logo a Tony Bennett. Ormai, anche fuori da San Francisco, è il vero protagonista della giornata!