Fare Scalping sul Forex è conveniente?

segnali-strategie-tecniche-forex

Quando ci si addentra nello spietato mondo del Forex, capita spesso di sentir parlare di particolari tecniche che permettano di incrementare i propri guadagni riducendo al minimo le possibilità di ottenere una perdita. Tra queste, una delle più discusse è sicuramente quella che riguarda lo Scalping sul Forex.

Lo Scalping, infatti, altro non è che una particolare metodologia che richiede di operare su un mercato per un brevissimo arco temporale accontentandosi di un guadagno/perdita di qualche pips prima di ritirarsi. Una strategia forse fin troppo difensiva che tende a ridurre i potenziali guadagni proprio come le perdite.

Ad ogni modo, fare Scalping sul Forex è davvero conveniente? La risposta non è del tutto affermativa e, in questo articolo, ti spiegherò in tre punti i principali pro e contro.

La consultazione di un calendario forex permette al trader di avere le informazioni necessarie per un approccio corretto al mercato, lo consigliamo vivamente. Alcuni elementi del mercato:

  1. I mercati volatili. Dovendosi basare su archi temporali piuttosto brevi, lo Scalping sul Forex richiederebbe l’utilizzo di mercati con molta liquidità e, in generale, fin troppo volatili. Questo significa che un’erronea previsione dell’andamento dell’Indice comporterebbe una perdita che potrebbe trasformarsi in un disastro se non si impostassero delle percentuali massime di loss molto basse. Tuttavia in questa maniera si rischierebbe di non sfruttare a pieno la volatilità di un mercato in quanto un Indice potrebbe avere un ribasso per qualche minuto per poi generare un grosso rialzo. Insomma: il terreno ideale per lo Scalping sul Forex sarebbe rappresentato dai mercati volatili ma, attraverso tale tecnica, si rischierebbe di non sfruttarlo a pieno.

  2. I guadagni. Quando si effettua uno Scalping sul Forex, ci si deve accontentare del guadagno minimo ottenibile da un investimento. Al netto delle commissioni, tale guadagno raggiunge un massimo del 5% del capitale investito, una cifra che in molti potrebbero considerare irrisoria. In realtà la verità è ben differente. Infatti devi considerare che tale profitto avverrebbe nel giro di pochi minuti e che potrebbe essere raddoppiato investendo su diversi mercati contemporaneamente. Insomma: lo Scalping sul Forex funziona in maniera egregia se comparato con i guadagni che potrebbe fornire.

  3. Le perdite. Quest’ultime, purtroppo, rappresentano il vero tallone d’Achille dello Scalping sul Forex. Infatti, impostare una percentuale di perdita troppo bassa (fino al 5%) potrebbe compromettere un investimento su una coppia di Indici (per esempio, la coppia si muove in direzione opposta a quella prevista per qualche minuto facendo scattare il “limite massimo”) ma sceglierne una troppo elevata potrebbe distruggere tutti i potenziali guadagni (per esempio, impostando una percentuale del 20% si rischierebbe di perdere una grossa fetta del capitale investito in pochi minuti). Insomma: se i guadagni sono il punto forte dello Scalping sul Forex, non si può dire lo stesso sulle perdite.

Altri dettagli su forex-facile

segnali-strategie-tecniche-forex