Sciopero 6 luglio 2012, 1 miliardo di euro di danni alle imprese italiane

montecitorio

Oggi venerdì 6 Luglio 2012 si apre nel peggiore dei mondi il weekend in città: oltre al caldo africano, infatti, la gente sta avendo a che fare con uno stop dei mezzi pubblici. Lo sciopero dei trasporti varia di città in città, si sono registrati molti disagi e , per il momento, sono comunque confermate le fasce protette per la serata. Facciamo un punto della situazione.

Le fasce protette in ballo

A Roma stasera passerà la metro dalle ore 17:00 alle ore 20:00, si tratta della seconda fascia protetta della giornata dopo quella di stamane durata fino alle 08:30. Idem a Milano, riaprirà la metro alle ore 17:30 fino alle 20:00, mentre a Torino è appena finita l’ultima fascia protetta dalle ore 12:00 alle ore 20:00.

A Napoli lo sciopero è finito: le sigle sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, UiltTrasporti, Ugl, Faisa-Cisal, Faisa-Confail avevano proclamato lo sciopero soltanto per le ore 09:00 – 13:00.

La nota dell’assessorato Trasporti

Nella Regione Lazio, tutte le organizzazioni sindacali hanno ricevuto una lettera scritta dall’assessorato regionale ai trasporti, nella quale si invita ad un “percorso di confronto” da avviarsi il giorno del 9 luglio. Nella medesima lettera, in nome anche della Provincia di Roma e di Roma Capitale, si allude ai “gravi disagi alla cittadinanza e i conseguenti costi economici che un’azione di sciopero dei trasporti comporterebbe”.

Quanti danni fa uno sciopero di 24 ore?

La stima è difficile da farsi. Questo articolo del Sole 24 Ore stimò una perdita di 100 milioni di euro per le imprese di Milano, dicendo come il 90% delle imprese della città lombarda, in caso di sciopero di 24 ore, subisce danni economici di tale portata, e il 30% dei lavoratori milanesi non possono lavorare ordinariamente.  A Milano sono presenti circa l’8% – 10% delle imprese che operano in Italia, il calcolo non è così “logico” come si può pensare, certo è che lo sciopero dei trasporti di oggi è costato alle imprese italiane almeno 1 miliardo di euro.