Sciopero trasporti pubblici Roma, Milano, Napoli, Bologna lunedì 3 ottobre 2011

bus roma

Lunedì 3 ottobre 2011 a Roma si prospetta uno sciopero del trasporto pubblico che rispetterà le fasce di garanzia dalle ore 05:30 alle ore 08:30 e alle 17:00 alle 20:00. Tutte le fasce orarie al di fuori di queste vedranno lo stop di bus, metro, tram e ferrovie urbane della tratta Roma – Civitacastellana – Viterbo, Roma – Lido e Termini – Giardinetti.

Lo sciopero della capitale sarà indetto da Usb-Trasporti di Atac e TPL. Sul sito ufficiale dell’Atac al momento in cui scrivo non è stata pubblicata nessuna notizia ufficiale in merito ma, come succede nella stragrande maggioranza dei casi, basta sentire la notizia dell’aria prima della conferma. Lo sciopero dei trasporti di lunedì 3 ottobre 2011 sarà di portata nazionale: scioperi anche a Napoli, Torino, Milano, Bologna, Firenze e tutte le grandi città che molto probabilmente entreranno in difficoltà, trovando disagi già a partire dalle ore notturne di domenica.

Alcune aziende pubbliche locali dei trasporti avvertono che “negli orari di scioperi, i servizi di trasporto pubblico urbano, suburbano ed extraurbano non saranno garantiti”, vi consigliamo però di tenere bene d’occhio i siti Internet ufficiali di chi si occupa dei trasporti della vostra città per saperne di più, e conoscere linee a rischio e fasce orarie protette. Sul web intanto scoppia la solita protesta: i cittadini non ne possono più, mentre alcuni autisti di bus e operatori del settore dei trasporti rivendicano lo sciopero per via dei tagli dei finanziamenti al settore dei servizi pubblici, con conseguenti decurtazioni dagli stipendi. “Provate voi a tirare avanti una famiglia con il Governo che taglia i fondi al nostro settore”, scrive un autista in commento ad un articolo pubblicato su un famoso blog di Roma. Beh, se dopo l’ultima manovra economica si continua ancora a scioperare per i tagli del Governo, l’Italia avrebbe motivo di andare in sciopero tutti i giorni da qui ai prossimi 3 anni.