Scontri Black Bloc Roma, “er pelliccia” è il primo “cattivo” sulla piazza

scontri roma

Tra i Black Bloc arrestati per gli scontri di Roma di sabato 15 ottobre 2011, scontri avvenuti nell’ambito dei cortei di manifestazione da parte degli “indignados”, c’è un ragazzo di 24 anni di nome Fabrizio Filippi (fonte: TgCom). Lui è uno dei ragazzi arrestati tra gli indignati che hanno messo a ferro e fuoco la capitale; e, come sempre succede quando ci sono violenze e incidenti di questa portata, lui è uno dei nomi dati in pasto alla cittadinanza in cerca di colpevoli. Fabrizio, detto anche “Er Pelliccia”, in queste ore sta al vaglio delle curiosità sul web.

Di lui stanno setacciando per bene i profili Facebook, dove si è mostrato essere simpatizzante di Adolf Hitler, odioso della nazione italiana e citazionista, qua e là, di diversi personaggi di cattivo gusto (come Jack Lo Squartatore). Ma questo, si sa, non basta a fare di una persona un terrorista, anche se lo spiacevole ritratto ormai è tratto. “Sono in guerra con qualcuno, ma non so con chi in realtà” è una delle affermazioni del ragazzo, il cui odio nei confronti delle istituzioni si legge tra le righe dei suoi “post” sui social network.

Adesso è in carcere insieme ad altri ragazzi, in attesa di comparire di fronte al Gip di Roma. In merito alle condanne, da Montecitorio arrivano serie intenzioni di punizioni esemplari, anche se il fatto che tra gli arrestati ci siano ben 6 minorenni dovrebbe far riflettere su come la soluzione del problema della violenza e dell’odio nei confronti delle istituzioni sia ancora molto lontana.