Serie A: per Lazio, Roma e Juventus risultati altalenanti in Borsa

calcio

Chi pensa che, per una squadra di calcio quotata in Borsa, i risultati sul campo siano determinanti per le proprie giornate a Piazza Affari, beh, dovrebbe ricredersi! Prendiamo come esempio l’ultima giornata di Serie A, i cui risultati (2 settembre 2012) hanno visto la Juventus vincere per 1-4 sul campo dell’Udinese, la Lazio vincere in casa per 3-0 contro il Palermo, e la Roma vincere 1-3 a San Siro contro l’Inter.

Delle tre squadre, che hanno vinto con larga misura, soltanto la Roma ha beneficiato del risultato nella borsa valori, chiudendo oggi una clamorosa giornata con un balzo del +5,78%, che porta il titolo ad un valore di 0,595 euro. La Lazio addirittura è scesa del -2,66% (costo per azione fermo a 0,5315 alle ore 13:31 dell’ultima contrattazione in Borsa), mentre la Juventus ha visto di poco, o quasi, cambiarsi l’andamento dei mercati, facendo registrare soltanto un +0,19% di crescita e portando così il titolo a 0,215.

Gli analisti questa settimana presteranno molto orecchio al simposio di Jackson Hole, forum che si tiene annualmente con tutte le banche centrali del mondo, per confrontarsi sui mercati internazionali e sulle valute di scambio. Molto probabilmente il simposio, che ha fatto emergere una “paura dei mercati internazionali”, ha quest’oggi frenato buona parte delle azioni di Piazza Affari. L’explot della Roma potrebbe spiegarsi, più che con l’ottima prestazione della squadra di Zeman, anche per la scelta da parte di Unicredit di emettere 500 milioni di euro di bond a 10 anni, sotto l’ok della HVB.

Le tre squadre adesso riscenderanno in campo in quel del 15 / 16 settembre, in calendario ci sono Chievo Verona – Lazio, Genoa – Juventus e Roma – Bologna.