Spa: Apple da urlo, bene anche Yahoo!

Apple_logo

Un percorso esaltante quello che sta vivendo Apple. La creatura di Jobs  chiude il primo trimestre dell’anno fiscale con un utile netto di 13,06 miliardi di dollari Usa rispetto a ricavi per 46,33 miliardi di dollari Usa. Sin tratta di risultati superiori alle attese degli esperti.
Ei il frutto del boom vendite per iPad e iPhone. Nel periodo di riferimento la “mela” ha venduto 15,43 milioni di iPad, ovvero il 111 per cento in più rispetto all’anno precedente. Ha poi venduto 37,04 milioni di iPhone, ovvvero il 128 per cento in più rispetto al 2011. Gli Ipod venduti sono stati 15,4 milioni, in calo del 21 per cento. Gli IMac venduti sono stati 5,2 milioni, il 26 per cento in più.
Il gigante informatico vola nelle contrattazioni after-hour dopo i risultati trimestrali record e suoi titoli sono saliti ben del 9 per cento.

Buoni anche i risultati ottenuti da un altro colosso informatico: Yahoo!. Il celebre browesr ha chiuso il trimestre con risultati in linea con le previsioni degli esperti.
Nel quarto e ultimo periodo dell’anno, Yahoo! ha fatto segnare profitti per 296 milioni di dollari Usa, 24 centesimi per azione, in calo del 5 per cento rispetto ai profitti per 312 milioni di dollari, 24 centesimi per azione, dello stesso periodo dell’anno scorso. Il giro d’affari netto, esclusi i costi collegati all’acquisizione di traffico web, si sono attestati a 1,17 miliardi di dollari, in calo del 3 per cento dagli 1,2 miliardi dello stesso periodo dell’anno scorso.
Gli esperti del settore si attendevano un utile di 24 centesimi per azione su un giro d’affari di 1,2 miliardi di dollari Usa. Per il trimestre in corso, Yahoo ha messo in preventivo un fatturato che oscilla tra gli 1,025 e gli 1,1 miliardi di dollari Usa, escludendo i costi di acquisizione traffico.
Per il 2012 Yahoo! ha riportato profitti per 1,048 miliardi di dollari Usa, 82 centesimi per azione, contro gli 1,23 miliardi, 90 centesimi per azione, dello stesso periodo dell’anno scorso.
Nello scorso anno il giro d’affari (esclusa l’acquisizione di traffico) è stato di 4,38 miliardi di dollari, contro i 4,58 miliardi dello stesso periodo dell’anno precedente.