Spa: Benetton sta pensando di uscire dalla borsa

500px-Logo_Benetton.svg

Benetton starebbe pensando a un delistening vale a dire che potrebbe lasciare Piazza Affari. Attraverso la controllante Edizione Holding (che già ha in mano il 67 per cento del gruppo) la celebre azienda-famiglia, sta studiando un’offerta per delistare la società.
Una nota del gruppo Benetton così recita: “Edizione nella sua qualità di socio di controllo, informa che, in relazione all’andamento delle contrattazioni delle azioni ordinarie Benetton Group, è attualmente allo studio il lancio di un’offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto i titoli della società non ancora in possesso di Edizione, finalizzata al delisting. Gli organi competenti ad assumere la decisione di promuovere l’offerta pubblica di acquisto si riuniranno nella giornata del 1° febbraio”.
Il titolo in borsa era volato ieri mattina con un rialzo del 10 per cento per poi essere sospeso in attesa di un comunicato. A spingere il titolo erano stati i rumors,  che erano stati smentiti dal gruppo trevigiano, di una possibile alleanza con la spagnola Inditex (Zara). ma un portavoce della Benettona ha dichiarto che si trattava di “Notizie infondate e senza fondamento”.
La società  veneta ha intanto comunicato i dati preliminari relativi allo scorso anno, chiuso con ricavi in leggero calo (-0,4 per cento) a 2,031 miliardi di euro. L’utile netto è stimato poco sopra 70 milioni di euro. La posizione finanziaria netta è negativa per 550 milioni da 486 milioni a fine 2010.
Per la prima parte di quest’anno il gruppo Benetton si attende di dover scontare l’effetto negativo del costo delle materie prime e per questo motivo “il risultato operativo non potrà migliorare”.