Spa: CaixaBank diventa la principale banca spagnola

Caixabank

Nonostante la crisi iberica, nasce il primo gruppo bancario spagnolo: si chiama CaixaBank ha rilevato, per 977 milioni di euro Banca Civica, l’istituto di credito nato dalla fusione di 5 banche salvate dal fallimento. Il cda della banca catalana Caixabank ha approvato nella notte l’acquisto, tramite scambio di azioni, della cassa di risparmio Banca Civica.
Con questa azione Caixa fa suo un asset per 72 miliardi di euro arrivando a un patrimonio complessivo di 342 miliardi di euro e 179 miliardi di euro di depositi. Quando probabilmente le trattative con Civica erano già iniziate, Isidro Faine, il numero 1 di Caixa, aveva detto nel mese di gennaio: «Mi aspetto un’ondata di fusioni». E’ questo soprattutto un assist al governo che aveva chiesto alle banche spagnole di creare nuovi campiona nazionali del credito e di fare pulizia sulle perdite immobiliari.
Ha detto Faine in un comunicato riportato da Bloomberg: «L’operazione crea valore per gli azionisti di tutte e due le banche creando un gruppo con un forte potenziale di crescita e un futuro più forte per Caixa in un contesto di mercato difficile».
L’operazione valorizza Civica ora a 1,97 euro per azione, meno comunque dei 2,7 euro dell’Ipo dello scorso luglio.
Nei piani del gruppo ci sono sinergie per 540 milioni di euro entro l’anno 2014, ma soprattutto non dovrebbe mettere a rischio per Caixa il raggiungimento dei parametri imposti dall’Eba: a dicembre 2011 il core tier 1 era al 10,4 per cento e non dovrebbe scendere sotto il 9 per cento.
Insomma un buon segno per una economica che ora viene additata come la più pericolosa per un eventuale “contagio” della crisi economica nel Vecchio Continente.