Spa: cambio ai vertici della BlackBerry

Blackberry

Cambiano i vertici della azienda Research in Motion (che produce i BlackBerry). I due co-amministratori delegati, Mike Lazaridis e Jim Balsillie, dopo venti anni trascorsi insieme alla guida della società, hanno annunciato le dimissioni.
E infatti gli investitori chiedevano da mesi forti cambiamenti all’interno di Research in Motion per rispondere alle difficoltà societarie, con il BlackBerry che fatica a rimanere competitivo nei confronti dei rivali Google ed Apple.
Era stata più volte chiesta una nuova leadership oppure la vendita della società ma l’annuncio di Balsillie e del fondatore Lazaridis rappresenta una misura addirttura più forte di quanto molti esperti si attendessero.
Research in Motion sarà ora guidata da  Thorsten Heins, che ha ricoperto il ruolo chief operating officer. Dopo essere stato chief technology officer di SiemensHeins è arrivato nella società canadese nel 2007.
Da allora ha lavorato all’ombra di Balsillie e Lazaridis che non sono stati costretti a lasciare. Sembra anzi che siano stati proprio loro a raccomandare al consiglio di amministrazione un cambio ai vertici. un cambio che potrebbe aiutare il lancio sui mercati del nuovo tablet PlayBook e del nuovo Blackberry.
L’addio dei due co-amministratori delegati, non fa svanire i dubbi di Wall Street che penalizza lo stesso il titolo, che arriva a cedere il 6,71 per cento. Ci sono infatti perplessità sulla strategia che seguirà la società per restare competitiva. Research in Motion ha visto scendere la propria quota di mercato sotto il 10 per cento. E certo le cose non sono migliorate dopo il black out dei mesi scorsi, che ha colpito circa la metà degli utenti della “mora” di tutto il mondo.