Spa: Campari mette le mani sulla Ldm

campari-logo-i5

La Campari ha firmato un accordo con alcuni azionisti della Cl Financial Limited per rilevare la loro quota dell’81,4 per cento che avevano nella Ldm (Lascelles Demercado & Co. Limited). La transazione “avverrà tramite un’offerta pubblica di acquisto” rivolta sia all’azionariato diffuso sia al cda di Ldm per l’acquisto di tutte le azioni ordinarie e privilegiate, proprio come vogliono le norme della borsa giamaicana.
Per il 100 per cento del capitale di Ldm Campari pagherà, cash, 414,75 milioni di dollari Usa (circa 330 milioni di euro). L’operazione dovrebbe avere luogo nel corso del 4° trimestre di quest’anno e permetterà al gruppo italiano di entrare nel mercato del rum con un portafoglio davvero completo di premium brand con i forti marchi Wray & Nephew, Appleton Estate, Coruba, Appleton Special/White.
Per Campari l’acquisizione di Lascelles Demercado è la 3ª operazione per dimensioni della sua storia, dopo quelle di Skyy Spirits e Wild Turkey. Ha commentato il ceo Bob Kunze-Concewitz: «Uno sforzo, che contribuirà a consolidare ulteriormente la presenza internazionale del gruppo e rafforzare il redditizio segmento “spirit”».
Gli effetti dell’operazione si faranno sentire soprattutto sui mercati di Canada, Messico, Stati Uniti, e Caraibi. La ditta italiana precisa che il prezzo totale dell’operazione, per il 100 per cento del capitale sociale di Ldm (nel closing si includerà solo il business acquisito), è 414,75 milioni di dollari Usa. La somma corrisponde a un prezzo per azione ordinaria di 4,32 dollari Usa e di 0,57 dollari Usa per azione privilegiata: pari a un multiplo di 15 volte l’ebitda conseguito nei 12  mesi al 30 giugno di quest’anno.