SPA: che cosa è una IPO?

TRADING

Quando si legge la notizia di una società che decide di quotarsi in borsa è facile trovarsi di fronte la sigla “Ipo”, cerchiamo di capire cosa significa. Si tratta dell’acronimo di Initial Public Offering, ovvero in italiano “offerta pubblica iniziale”.
Dunque indica un’operazione con cui una società riesce a quotarsi in Borsa, scegliendo di offrire tutto oppure, come accade più frequentemente, parte del proprio capitale al pubblico degli investitori proponendolo con gli strumenti finanziari classici dei mercati regolamentati.
Da quel momento le azioni di quella società che decide l’operazione di prima quotazione sono acquistabili in borsa, in nel “mercato primario” così chiamato in quanto consente agli investitori di acquistare titoli alla prima occasione utile, che è appunto quella coincidente con il momento stesso della quotazione.
Esiste poi anche il cosiddetto “mercato secondario” che è invece il mercato nel quale vengono effettuate transazioni di vendita o di acquisto sui titoli emessi e circolanti sul mercato degli strumenti finanziari. Attraverso l’operazione di offerta pubblica iniziale la società che punta alla quotazione in borsa riesce a soddisfare esigenze di natura amministrativa e finanziaria. Le principali motivazioni che possono spingere una società a offrire titoli sul mercato primario sono sostanzialmente due: raccogliere nuova finanza, incitnado potenziali investitori a sottoscrivere titoli che sono di nuova emissione, attraverso una OPS, cioè di l’offerta pubblica di sottoscrizione. Di conseguenza l’offerta pubblica iniziale si tradurrà in un’operazione che risulterà utile a sostenere nuovi investimenti strategici e  infrastrutturali. In questo modo la società potrà sviluppare business societari in nuovi settori merceologici o in nuovi mercati.