Spa: conti e previsioni in positivo per il gruppo Autogrill

Autogrill

Il gruppo Autogrill si mette in mostra nel Ftse-Mib grazie al sostegno che viene fornito dai dati del traffico negli aeroporti a stelle e strisce. Le azioni Autogrill salgono del 2,38 per cento a 7,3 euro e, secondo gli analisti di mercato, sono il mancato acquisto dei duty free degli scali romani, viste le alte valutazioni a cui è avvenuta la cessione da parte di Adr, e i segnali a sorpresa in arrivo dagli Stati Uniti e a favorire i corsi di Borsa.
Nel mese di maggio, in base ai dati diffusi da Airlines for America, si è avuta una crescita dello 0,2 per cento del numero dei passeggeri, mentre da inizio del 2012 l’incremento complessivo è stato dell’1,5 per cento.
Per gli analisti la statistica fornisce un’indicazione di tenuta del traffico da giudicare in modo positivo, visto il contesto economico globale, il confronto con il positivo maggio dello scorso anno e le stime di una flessione alla vigilia.
Per quanto riguarda il dossier Adr Retail, il mercato ha valutato con favore la decisione del gruppo di non diluire il ritorno sugli investimenti con un’operazione assai costosa: i francesi del gruppo Aelia si sono infatti aggiudicati i duty free degli aeroporti di Fiumicino offrendo quasi 230 milioni  di euro mentre le previsioni degli esperti stimavano il valore dell’operazione intorno ai 150 milioni di euro.
Vale la pena ricordare che Autogrill è il primo operatore adel pianeta nei servizi di ristorazione e vendita al dettaglio per chi viaggia. Presente in 35 nazioni con circa 62.500 dipendenti, gestisce più di 5.300 punti vendita in oltre 1.200 località ed opera prevalentemente tramite contratti di concessione all’interno di aeroporti, autostrade e stazioni ferroviarie, con presenze selettive nelle città, nei centri commerciali, nei poli fieristici, nei musei e in altri siti culturali. Il Gruppo è attivo in due settori: il retail aeroportuale (Travel Retail & Duty-Free) e la ristorazione (Food & Beverage).