Spa: Daimler cresce del 20% grazie a camion e Mercedes

400px-Logo_della_Mercedes-Benz.svg

Il brand Daimler chiude il 1° trimestre con una crescita del 20 per cento dell’utile netto, sostenuto dalla buona tenuta di vendite dei camion e di Mercedes. I ricavi sono cresciuti del 9 per cento a 27 miliardi di euro per un utile operativo in progresso del 5 per cento a 2,1 miliardi di euro. Il netto ha fatto registrare un aumento del 20 per cento a 1,4 miliardi di euro, sopra le attese degli analisti.
Ha dichiarato il numero uno Dieter Zetsche: «Siamo sulla strada giusta per raggiungere gli obiettivi annuali». L’azienda prevede per quest’anno ricavi in aumento rispetto ai 107 miliardi di euro dell’anno scorso e un ebit in linea con gli 8,8 miliardi di euro del 2011.
Daimler nel trimestre ha fatto registrare un progresso del 9 per cento delle vendite a 502.100 unità tra veicoli commerciali e industriali, autobus e auto. Le vendite dei camion di Daimler trucks sono cresciute del 21 per cento a 107.700 e di Mercedes-Benz cars del 9 per cento al record di 338.300 pezzi. In calo le vendite degli autobus Daimler buses (da 7.700 a 4.900) e a quota 51.200 (erano 54.000) le vendite di Mercedes-Benz vans (furgoni) .
L’utile prima delle imposte è salito del 5 per cento a 2,13 miliardi di euro, contro il calo atteso dagli analisti, ma l’ebit accusa una flessione del 3 per cento per l’auto, del 7 per cento per i camion e gli autobus segnano una perdita ebit per 103 milioni di euro. E’ in corso la ristrutturazione di questo segmento, che peserà sul bilancio di quest’anno per 110 milioni di euro.
A sostenere il risultato globale i costi fissi, inferiori a quelli dell’anno scorso, e il contributo della partecipazione in Eads, che Daimler intende vendere entro la seconda metà del 2012.