Spa: Edison passa nelle mani francesi della Edf

800px-Edison

Edison passa sotto il controllo totale della Edf. Sono stati infatti firmati da poco gli accordi definitivi che hanno appunto sancito il passaggio della prima società elettrica italiana e il gruppo francese.
Henri Proglio, l’amministratore delegato, nel corso della presentazione dei conti alla comunità finanziaria a Parigi ha detto: «Edf con questa operazione diventa uno dei maggiori attori dell’energia in Italia. E l’Italia rappresenta un punto di convergenza di numerose infrastrutture del gas e avrà un ruolo di primo piano nell’ambito dell’approvvigionamento del continente».
Da questo si evince che il nostro Paese potrebbe diventare un hub metanifero. Inoltre l’Italia vanta un mercato interno di dimensioni importanti, ha ricordato ancora Proglio, il 4° del Vecchio Continente per l’elettricità, basato in modo primario sulle centrali a gas.  Insomma “L’Italia sarà la priorità”, ha detto Proglio sottolineando le “sinergie forti” tra Edf ed Edison.
E così adesso Edison dovrebbe  a svolgere il ruolo di concorrente principale di Eni nel gas e di Enel nell’elettricità dopo due anni di quasi immobilismo per beghe interne.
Da segnalare che gli accordi per la conquista di Edison, prevedono il passaggio di Edipower sotto il controllo di Iren e A2a, operazione che ha dato vita al secondo conglomerato per la produzione di energia nel Belpaese. Insomma dopo 6 stagioni di convivenza forzata, ora sarà concorrenza vera.
Gli accordi franco-italiani prevedono che Edison sia fornitore di gas alle centrali Edipower per 6 anni “a prezzi di mercato”. La firma degli accordi coincide con la fine delle svalutazioni di bilancio di Edison e, conseguentemente, di Edf.