Spa: Edison risparmia 450 milioni di euro nel nuovo contratto con il Quatar

EDIPOWER

Il gruppo Edison ha dovuto aspettare un anno ma ne è valsa la pena. La società, finita da poco sotto il controllo dei francesi di Edf, ha formalizzato l’accordo per rivedere i contratti di fornituta del gas con il Qatar.
Si parla di un risparmio di circa 450 milioni di euro spalmati su 2 anni. Sono state riviste le forniture dello scorso anno e per il 2012. Un’operazione che avrà un impatto davvero importante nel bilancio che si sta per chiudere e che a questo punto potrebbe far rivedere l’utile finale.
Le forniture sono quelle che riguardano il contratto da ben 6,5 miliardi di metri cubi di metano che giungono via mare dal ricco emirato del Golfo fino al rigassificatore di Rovigo, che ha una capacità totale di otto miliardi di metri cubi. Dunque è un accordo che garantisce una fornitura alternativa ai gasdotti per il Belpaese. Per Edison si tratta di una notizia che è positiva non solo sotto l’aspetto finanziario, ma anche perché dimostra la volontà della controllante francese Edf di fare della controllata italiana il suo braccio operativo nel settore del gas. Milano dunque diventerà il quartier generale del colosso d’oltralpe per tutte le attività del settore, dalla ricerca di idrocarburi alla loro commercializzazione.
L’Opa condotta da Edf ha rappresentato uno dei punti centrali degli accordi per il divorzio tra i soci di Edison. Un accordo che ha preivsto il passaggio del 30 per cento delle quote di Edison in mano alle utility italiane guidate da Iren e da A2a e  in cambio del 50 per cento di Edipower, che gestisce un gruppo di nove centrali di cui tre impianti idroelettrici, di Edf.