Spa: Facebook supera i 900 milioni di “amici” ma riduce i ricavi

Facebook

Facebook cresce ma riduce i ricavi. Sembra un paradosso eppure sono i dati dell’ultimo trimestre del celebre sociale network. E tutto questo a meno di un mese dall’atteso debutto in Borsa.
La creatura di Mark Zuckerberg supera i  900 milioni di “amici” e al 1.000.000.000 di utenti già entro il 2012. Rispetto al 2011, il boom dei ricavi fa segnare uno stratosferico 45 per cento in più per un totale di 1 miliardo e 6 milioni di dollari Usa.
Quindi va tutto alla grande? Non proprio in quanto, come dicevamo, l’ultimo trimestre fanno segnare dei ricavi che vanno giù del 6 per cento. Ma soprattutto gli analisti metto l’accento sul crollo del 12 per cento del “ricavo per utente”: l’utente di FB vale di meno perché attira meno pubblicità.
Un comunicato di Palo Alto sottolinerare la “stagionalità” del fenomeno: i ricavi salgono sempre tra il 3° e il 4° trimestre mentre rallentano – “e in certi anni diminuiscono” – tra la fine e l’inizio dell’anno nuovo.
Ma c’è un altro aspetto: i 51milioni di amici aggiunti sono anche i più poveri vengono cioè da Paesi del terzo mondo e attirano e creano quindi minore pubblicità. Quindi la domanda è: fino a quando potrà crescere Facebook? I ricavi netti del trimestre sono scesi da 302 milioni di dollari Usa a 205 milioni di dollari Usa. I guadagni per azione sono così scesi da 11 a 9 centesimi.
Aumentano gli amici ma soprattutto le spese. FB ha staccato un assegno da un miliardo di dollari per acquisire Instagram pochi girni fa . E queste sono spese che andranno scalate nel prossimo trimestre: come i 550 milioni di dollari Usa in cash con cui nello stesso giorno delle dolenti noti la compagnia ha annunciato l’acquisto di centinaia e centina di brevetti da Microsoft.