Spa: Fiat industrial vuole la fusione con la controllata Cnh Global

Presentazione FIAT 500

Importante operazione in vista per la Fiat Industrial ha proposto al cda della controllata Usa Cnh Global una possibile fusione tra le 2 società in una newco di diritto olandese, da quotare sul Nyse e su un’altra Borsa del Vecchio Continente.
Tale operazione semplificherebbe la struttura del capitale del gruppo, con un’unica azione quotata e con un operatore nel settore dei capital goods in grado di essere competitiva con le principali ditte nordamericane del settore.
L’operazione non avrebbe il riconoscimento di un premio per gli azionisti delle 2 quotate. L’azionista Exor ha dichiarato di sostenere la proposta e ha confermato la volontà di rimanere azionista di lungo termine del nuovo gruppo.
Sergio Marchionne ha così commentato l’annuncio relativo alla proposta di integrazione tra Fiat Industrial e la controllata Cnh: “L’operazione proposta consente ai mercati di valutare adeguatamente il valore complessivo di Fiat Industrial e Cnh e questa chiarezza faciliterà anche l’ottenimento di finanziamenti dei nostri business a costi più favorevoli e garantirà la necessaria flessibilità per le future operazioni strategiche. L’operazione presa in esame costituisce la naturale evoluzione del processo di semplificazione del mondo Fiat. Una semplificazione che ha avuto inizio con la scissione di Fiat a favore di Fiat Industrial nel 2010 ed è continuata con l’unificazione delle azioni in una singola categoria. Questi eventi hanno evidenziato la scarsa capacità attrattiva della quotazione di Fiat Industrial e Cnh in due mercati diversi e come tale struttura impedisca di trarre ulteriori benefici dal posizionamento sui mercati azionari di uno dei più grandi gruppi al mondo nel settore dei capital goods”. Fiat non sarà nel nuovo nome, spiegando che non ci sarà lo scorporo di Iveco e che l’ideale sarebbe chiudere l’ooperazione nel giro di sette mesi, ovvero entro la fine del 2012.