Spa: Google taglia il personale di Motorola

motorola-logo

Motorola, la nota società famosa per i suoi cellulari e controllata dal 2011 da Google, si appresta a tagliare ben 4.000 posti di lavoro. Due terzi dei tagli dovrebbero riguardare l’estero. Nello scorso anno Google acquistò Motorola per circa 12,5 miliardi di dollari Usa e l’attuale taglio occupazionale riguarderebbe circa il venti per cento della forza lavorativa dell’intero gruppo.
La società opera con oltre novanta sedi in tutto il globo e ora cerca di compensare la perdita di mercato a favore dei principali concorrenti come Samsung e Apple. 1/3 del taglio della forza lavoro avverrà negli States, mentre il resto avverrà al di fuori dei confini nazionali: Motorola ha in progetto di abbandonare tutti quelli che sono i mercati in perdita. La dittà vuole concentrarsi sulla produzione di pochi ma redditivi telefonini.
Ha dichiarato l’amministratore delegato di Google, Dennis Woodside: «Noi siamo entusiasti del mercato degli smartphone. Google è costruito su un modello di business legato alla rete, mentre il mondo va verso il mobile. Siamo interessati a comprendere ogni cosa su questo business».
Il mercato e gli analisti finanziari sono  però sempre rimasti assai scettici sul motivo per cui il motore di ricerca si sia avventurato nel campo della telefonia mobile, un settore che è caratterizzato da bassi margini di redditività.
Vale la pena ricordare che la Motorola è un’azienda statunitense di elettronica produttrice di microprocessori, telefoni cellulari, nonché innumerevoli tipologie di componenti elettronici, adatti per svariate applicazioni, dai diodi ai circuiti integrati. La sede è a Schaumburg, Illinois, un sobborgo di Chicago.