Spa: il Manchester United presenterà una Ipo a Wall Street

Manchester_United_logo

Una delle regine del calcio mondiale, il Manchester United, vuole entrare nel tempio della finanza: Wall Street. Il club, 19 volte campione d’Inghilterra e tre volte campione d’Europa (1968, 1999 e 2008), è pronto al debutto ha presentato la richiesta per il lancio di un’Initial Public Offering (IPO) alla Securities and Exchange Commission (SEC). L’obiettivo è di portare nelle casse del celebre team fino a 100 milioni di dollari Usa.
Il Club è della famiglia Glazer dal 2005, guidata dall’uomo d’affari statunitense Malcolm Glazer, che detiene anche la squadra di football americano dei Tampa Bay Buccaneers. L’acquisto del Manchester United è stato pagato dai Glazer 1,47 miliardi di dollari Usa e ha comportato il delisting dalla Borsa di Londra dove era quotata sin dal 1991.
Nei primi 9 mesi di quest’anno il Manchester United ha registrato profitti per 59,9 milioni di dollari Usa, con una notevole crescita rispetto ai 20,9 milioni di dollari Usa dello stesso periodo ddel 2011. Il club sembra intenda vendere un imprecisato numero di azioni di classe “A”, che garantiscono un voto cadauna, mentre la famiglia Glazer disporrà di azioni di classe B, che garantiscono 10 voti cadauna, mantendo così il reale controllo della società.
Il Manchester sembrava destinato a tornare in Borsa ma si parlava di Hong Kong e poi a Singapore con l’obiettivo di collocare 1 miliardo di dollari Usa di azioni contando sulla grande popolarità che il club ha in Asia, ma il piano è stato cancellato pochi mesi fa vista la crescente volatilità dei mercati.
Uno dei obiettivi della quotazione è di abbattere l’indebitamento del club che nell’ultima stagione ha perso il titolo a vantaggio degli odiati “cugini” del Manchester City nei minuti di recupero dell’ultima giornata di campionato.
Lo United deve la sua forte esposizione verso le banche (a tassi superiori all’8 per cento) al levereged buyout dei Glazer che zavorrò i conti della società con 663 milioni di dollari di debiti. L’annuncio potrebbe dipendere dal desiderio di abbassare le fee dell’Ipo e garantire così una buona performance al titolo.
I Red Devils sono stati valutati 2,24 miliardi di dollari dalla rivista Forbes che l’ha eletta squadra di calcio più ricca del globo per l’8° anno consecutivo. Inoltre a 659 milioni di tifosi in tutto il pianeta, il doppio rispetto a cinque anni fa, di cui 108 milioni in Cina.