Spa: Indesit in grave difficoltà in Italia e nell’Europa occidentale

Indesit

Vanno male i conti di Indesit Company soprattutto in Italia. Il gruppo ha infatti realizzato nel 1° trimestre di quest’anno un utile netto in calo del 45,6 per cento a 10,9 milioni di euro. I ricavi sono stati pari a 621,5 milioni di euro, ovvero in diminuzione del 3,6 per cento rispetto al 1° trimestre dello scorso anno. L’indebitamento finanziario netto dell’azienda è così salito a 442 milioni di euro, in peggioramento di 133,3 milioni di euro rispetto al 31 marzo dello scorso anno.
I ricavi e i margini sono in calo in tutta l’Europa occidentale, con una pesante caduta della domanda nel Belpaese (un assai duro -16,6 per cento), solo si registra un lieve recupero dal lato dei ricavi per quel che riguarda l’Europa dell’Est.
Sono questi i trend registrati dal gruppo Indesit nel 1° trimestre di qeust’anno. In Europa occidentale i ricavi del periodo sono di 401,2 milioni di euro (un -6,3 per cento), il margine operativo è di 29,4 milioni di euro (un -39,5 per cento). In Europa dell’Est i ricavi si sono posizionati a 191,7 milioni di euro (un +6,1 per cento), il margine operativo a 8,5 milioni di euro (un -27,4 per cento).
Afferma Marco Milani, ad di Indesit Company: «Ci aspettiamo un 2012 a due velocità con il primo e il secondo trimestre difficili e una seconda parte dell’anno in recupero. Nonostante l’anno si apra con mercati per noi importanti come l’Europa occidentale in forte calo, registriamo segnali incoraggianti di crescita a est, principalmente in Russia, dove Indesit è leader, e in Polonia. Molto buoni anche i nostri risultati nel mercato britannico».