Spa: la Lloyds riduce le perdite e si riorganizza

Lloyds-Bank-Group

Lloyds Banking Group (Lbg) ha chiuso il 1° semestre ha ridotto la perdita a 641 milioni di sterline dai 2,30 miliardi di euro un anno fa. Gli esperti si attendevano per il gruppo bancario britannico utili per 314 milioni di sterline vista la costante riorganizzazione delle sue attività.
Il gruppo, che è controllato al 39 per cento dal governo inglese, ha affermato di essere sulla buona strada per chiudere  l’esercizio in utile e pensa che l’ammontare delle svalutazioni alla fine risulterà inferiore a quanto stimato. Nell’ultimo periodo la Lloyds Banking Group ha stanziato altri 700 milioni di sterline in nuovi accantonamenti, portando il totale del primo semestre a 1,075 miliardi di sterline, per offrire una soluzione alle decine di migliaia di cause legate alla vendita “forzata” di polizze assicurative (una pratica che è stata condannata dall’alta corte di Londra). La banca per questo affare ha posto in riserva complessivamente 4,27 miliardi di sterline.
Ha anche reso noto di avere fatto “sostanziali progressi” e di essere in anticipo sui tempi previsti per quanto riguarda la riprogettazione delle attività, affermando di avere ridotto di 23 miliardi di sterline a 118 miliardi di sterline il peso delle attività non strategiche. Queste attività dovrebbero trascinare, entro fine 2014, sotto i 70 miliardi di sterline il peso delle attività non strategiche.
Vale la pena ricordare che Lloyds TSB Group plc (London Stock Exchange: LLOY) è un gruppo bancario e assicurativo del Regno Unito. È stato creato nel 1995 dalla fusione tra la Lloyds Bank e la Trustee Savings Bank (TSB). La sede centrale del gruppo è in Gresham Street 25, Londra. Lloyds TSB è  il 5° gruppo bancario del Regno Unito, che opera in Inghilterra e Galles come Lloyds TSB e in Scozia come Lloyds TSB Scotland. Altre filiali sono la banca Cheltenham and Gloucester (mutui), la compagnia Scottish Widows e Blackhorse.