Spa: la Sogefi punta forte sul mercato indiano

sogefi

Sogefi ha rafforzato la propria presenza in India con il raddoppio dell’impianto per la produzione di sistemi di filtrazione nella zona di Bangalore e con lo start-up di un nuovo stabilimento di componenti per sospensioni nell’area di Pune.
La società, che produce componenti per auto del gruppo Cir, punta a quintuplicare i ricavi in India nei prossimi 5 anni, portando la loro incidenza sul fatturato dall’1,2 per cento dello scorso anno ad almeno il 5 per cento. La fabbrica inaugurata alla presenza dei vertici di Sogefi, Emanuele Bosio e Rodolfo De Benedetti, ha una superficie di 12.000 metri quadri e servirà in una prima fase Mahindra & Mahindra, Tata Motors, Piaggio e Fiat India per allargare in futuro la produzione agli impianti presenti nell’area di altri clienti Sogefi come Ford, General Motors, Renault-Nissan.
Il gruppo ha raddoppiato la propria fabbrica di sistemi di filtrazione che, come quella di Pune, è nata da una joint-venture con partner locali.
L’India dispone di uno dei mercati automobilistici con i maggiori livelli di crescita a livello mondiale, con una produzione che si quintuplicata tra il 2000 e il 2011.
Ha commentato De Benedetti: «Questa iniziativa – è coerente con la strategia di Sogefi di affiancare alla sua tradizionale leadership in Europa una presenza sempre più forte nei mercati extra-europei, nei quali punta a raggiungere circa il 50 per cento dei propri ricavi totali nell’arco di un triennio».
In India, l’investimento complessivo del gruppo ammonta a circa 10 milioni di euro. La presenza produttiva ddi Sogefi è caratterizzata da 3 stabilimenti: a quelli di Bangalore  e Pune si affianca un terzo impianto di sistemi aria-motore a Gurgaon.