Spa: lo… shopping folle di Zara a Londra

zara

Ben 200 milioni di euro per un solo negozio. E’ il notevole… shopping fatto da Inditex, che ironia della sorte è un gruppo di abbigliamento a basso costo. Il gigante iberico ha infatti comprato un immobile tra Oxford e New Bond Street a Londra, dove ora ha sede uno dei maggiori punti vendita di Zara, spendendo la bellezza di 155 milioni di sterline per l’edificio che consta di 7mila metri quadri, di cui la metà è riservata a uffici e il resto è superficie commerciale.
E’ il segnale di come la distribuzione sia diventata sempre più importante negli ultimi anni per tutti i gruppi di abbigliamento, e New Bond Street e una delle strade più prestigiose della capitale inglese.
E questo stato di fatto rende il mondo dell’abbigliamento sempre più selettivo e le barriere all’ingresso sono durissime così le aziende emergenti fanno fatica a permettersi perfino di pagare l’affitto in quelle che vengono considerate le vie della moda, che oramai si assomigliano sempre più in tutto il globo: nelle vie dello shopping ci sono sempre e solo le stesse insegne.
E così negli ultimi dieci anni i monomarca hanno soppiantato le vetrine dei vecchi plurimarca, i negozi a gestione diretta hanno pian piano sfrattato quelli di terzi e tutte le maggiori aziende del mondo della moda hanno investito milioni e milioni di euro pur di costruire una propria rete di negozi, che ormai è l’avviamento più importante dei loro bilanci, visto che spesso la produzione viene affidata a terzi e che per il resto c’è solo “l’intangibile dei marchi”.
Ma Inditex, che in Borsa capitalizza 47 miliardi di euro e che lo scorso anno ha generato 1,93 miliardi di euro di profitti, può permettersi di staccare un assegno a nove cifre per comprarsi uno dei “corner” più cool di Londra.