Spa: Lottomatica si aggiudica le lotterie dello stato dell’Indiana

lotto1

Lottomatica si aggiudica le lotterie dello stato a stelle e strisce dell’Indiana con un contratto ottenuto dalla Gtech per Hoosier Lottery, la controllata statunitense. L’annuncio giunge dalla stessa società che ora dovrà costituire una società con sede nello Stato Usa per fornire una gamma completa di attività  e servizi dedicati alla lotteria.
Spiega una nota che: “La firma del contratto di 15 anni avverrà entro il 1 novembre prossimo, una volta accertata la sussistenza dei prescritti requisiti di onorabilità ed espletate alcune ordinarie formalità societarie”. Si tratta della 2ª gara vinta, dopo l’Illinois, dal gruppo Lottomatica negli Usa, per la gestione di una lotteria statale.
La Commissione che valutava le offerte si è espressa all’unanimità a favore della proposta di Gtech dopo aver effettuato un esame molto preciso del business plan presentato. Hoosier Lottery nel comunicare la scelta ha dichiarato di prevedere che il piano presentato dalla società controllata da Lottomatica consentirà un incremento di 2,1 miliardi di dollari Usa di utile netto a favore dello Stato dell’Indiana nell’arco dei prossimi quindici anni: i ricavi dovrebbero crescere di circa 100 milioni di dollari  Usa all’anno. Gtech avrà diritto a ricevere ogni stagione incentivi economici per il raggiungimento di determinati obiettivi di utile netto, mentre sarà costretta a versare all’Indiana penali se gli obiettivi non venissero raggiunti.
Ha dichiarato il ceo di Gtech, Jaymin Patel: “Siamo onorati di essere stati scelti dalla Lotteria e siamo particolarmente felici per questa nuova opportunità che ci viene offerta. Ci impegneremo perché Hoosier Lottery possa diventare e confermarsi una delle migliori lotterie degli Stati Uniti e un esempio in termini di responsabilità sociale”.
Questo il commento degli analisti di Intermonte: “La notizia è positiva per Gtech perché è stata preferita a Scientifc Games e perché si assicura un contratto di lunga durata, in uno stato che ha ampi margini di miglioramento. Tuttavia a nostro avviso l’apporto di questo contratto rimane piuttosto limitato”.