Spa: Mediaset crolla in borsa, si profila un 2012 difficile

613px-Mediaset_logo-2010-.svg

Mediaset cede il 4 per cento in borsa per effetto dei conti diffusi dalla controllata spagnola, la ex Telecinco. I risultati dello scorso anno hanno deluso le aspettative degli esperti. Eppure avevano operato un  contenimento dei costi ma i ricavi netti sono calati del 14 per cento a 1 miliardo di euro e l’ebitda è sceso del 12,8 per cento a 180 milioni, di euro; l’utile aggiustato si è contratto del 10,6 per cento a 143,5 milioni di euro. L’utile netto si è attestato a 110,5 milioni di euro con una crescita del 66 per cento sul 2010.
Impatto negativo sul mercato ha avuto la decisione di distribuire solo il 50 per cento degli utili netti, cioè 55 milioni di euro, e di iscrivere a riserva circa 82 milioni euro: una scelta che sarebbe da ritenere una mossa cautelativa in vista di questo anno previsto come  difficile per la raccolta pubblicitaria.
I risultati sotto le attese di Mediaset Espana hanno registrato un calo del 14 per cento della pubblicità nel 4° trimestre, con un calo dei ricavi (-14 per cento pro-forma, +19 per cento anno su anno) a 277 milioni di euro.
Il forte contenimento dei costi non è bastato a frenare il calo dell’ebit, a 44 milioni di euro, ovvero un -18 per cento anno su anno pro-forma. Il netto è stato “colpito” da un onere straordinario negativo pari a 24,8 milioni di euro, al netto del quale l’utile sarebbe pari a 29,8 milioni  di euro nel 4° trimestre.
Bene la generazione di cassa con una posizione finanziaria netta in positivo, a 26 milioni di euro. Dividendo tagliato a 0,13799, con un payout del 50 per cento sull’utile reported pari a 110mn nell’anno.