Spa: ottimo semestrale per la Ferrari, boom nel Regno Unito

Ferrari

E’ stato un semestre sicuramente positivo per la Ferrari. con utili e ricavi in salita e vendite in aumento all’estero. Nei primi 6 mesi di quest’anno, la società del cavallino rosso ha consegnato 3.664 vetture (+7,4 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso) e registrato 1.208 milioni di euro di ricavi (un +11,9 per cento), con un utile netto di 108 milioni di euro (un +10 per cento) e un utile di gestione ordinaria di 152,2 milioni di euro (un +13 per cento).
L’incremento delle vendite non riguarda però il nostro Paese: al 30 giugno di qeust’anno sono state consegnate 187 vetture, 164 in meno. Il boom si è verificato nel Regno Unito (un +43 per cento). I numeri sono buoni anche per gli Stati Uniti (+17 per cento), che si conferma il 1° mercato con il 23 per cento della quota mondiale,  in Svizzera (+17 per cento), in Germania (+18 per cento). Crescono l’area Cina-Hong Kong-Taiwan (+10 per cento), il Medioriente (7 per cento).
Ha così commentato il presidente Luca Cordero di Montezemolo: «Questi risultati, ottenuti in un contesto economico internazionale ancora molto difficile, premiano innanzitutto i nostri costanti e significativi investimenti in innovazione tecnologica. La gamma completamente nuova che siamo in grado di offrire ai clienti di tutto il mondo ci permette di prevedere una chiusura del 2012 in crescita rispetto allo scorso anno» .
La Ferrari ha pubblicato anche i dati delle attività del brand. Il numero dei Ferrari store nel mondo ha raggiunto quota 52 con le inaugurazioni recenti di Rio De Janeiro, Madrid, Monaco di Baviera. Positivi anche i numeri che arrivano dal web: il fatturato dell’e-commerce è cresciuto del 24 per cento, il sito Ferrari.com ha avuto il 22 per cento di visitatori in più.