Spa: profitti alle stelle per Ebay grazie a smartphone e tablets

800px-EBay_Logo.svg

I profitti di Ebay salgono vertiginosamente. Nel 2° trimestre di qeust’anno sono cresciuti in modo importante grazie soprattutto alla ripresa delle attività sul sito di aste online e alla solidità del sito di pagamenti online paypal.
Così l’utile è stato pari a 692 milioni di dollari Usa, 53 centesimi per azione, contro i 283 milioni di dollari Usa, 22 centesimi per azione, dello stesso periodo del 2011 registrando il miglior risultato dal 2006.
Ha detto il Ceo, John Donahoe: «Siamo riusciti a compensare la debolezza in Europe con ottime performance nel resto del mondo. Il modello di business della società sta beneficiano di un profondo cambiamento nel modo in cui le persone comprano a pagano, grazie alla crescente diffusione di smartphones e tablet. C’è una crescita enorme negli acquisti attraverso mezzi che nemmeno esistevano pochi anni fa».
La compagnia si aspetta, entro fine 2012, transazioni per 10 miliardi di dollari Usa, vale a dire il doppio dello scorso anno.
Nell’ultimo trimestre, escludendo le voci straordinarie, l’utile è cresciuto a 56 centesimi per azione dai 48 centesimi dello stesso periodo del 2011. Il fatturato è aumentato del 23 per cento a 3,4 miliardi di dollari Usa. Per il 3°trimestre, Ebay attende profitti tra i 53 e i 55 centesimi per azioni su un fatturato tra 3,3 e 3,4 miliardi di dollari Usa, mentre gli esperti indicano profitti per 55 centesimi su vendite per 3,42 miliardi di dollari Usa. Il margine lordo è calato dal 72 al 71 per cento.
Vale la pena ricordare ch EBay è una piattaforma (marketplace) che offre ai propri utenti la possibilità di vendere e comprare oggetti sia nuovi sia usati, in qualsiasi momento, da qualunque postazione Internet e con diverse modalità, incluse le vendite a prezzo fisso e a prezzo dinamico, comunemente definite come “aste online”. Diversi sono i formati di vendita (asta, compralo subito, compralo subito con proposta di acquisto, contatto diretto). La vendita consiste principalmente nell’offerta di un bene o un servizio da parte di venditori professionali e non; gli acquirenti fanno offerte per aggiudicarsi la merce.