Spa: Roche lancia un’opa ostile contro Illumina

hotspot_roche.gif

E’ guerra fra colosso farmaceutico Roche e l’azienda statunitense Illumina. Il più grande produttore al mondo di prodotti per la lotta contro il cancro infatti ha lanciato un’opa ostile verso la ditta specializzata nel sequenziamento del gene.
L’operazione valorizza Illumina a 5,7 miliardi di dollari Usa e il gruppo elvetico intende acquistare “tutte le azioni in circolazione” della ditta a stelle e strisce al prezzo di 44,50 dollari Usa per azioni, pari a un premio del 18 per cento sui corsi di Ilumina alla chiusura della vigilia.
Il colosso Roche sostiene che si tratta di un’opa ostile in quanto lamenta di “non essere riuscito a dialogare con il cda di Illumina, che si è sempre rifiutato”. Severin Schwan, il presidente di Roche, ha indicato che: «La nostra offerta rappresenta un valore giusto ed attraente di illumina. Riteniamo quindi che gli azionisti di Illumina accoglieranno con favore la possibilità di poter vendere i loro titoli a un prezzo superiore agli attuali valori di mercato».
L’obiettivo del gigante svizzero è quello di incrementare il proprio fatturato e di fondere Illumina con la divisione Applied Sciences.
La sede della nuova società verrà trasferita a San Diego, in California, mentre le attività operative resteranno a Penzberg, in Germania, attuale sede di Roche Applied Science.
Illumina, quotata al Nasdaq dal 2000, impiega 2.100 addetti e ha registrato nel 2010 un fatturato di oltre 900 milioni di dollari Usa.
Ricordiamo che Roche fu fondata il 1° ottobre 1896 da Fritz Hoffmann-La Roche, ora è controllata dalla società Roche Holding Ag, sotto la gestione delle famiglie Oeri-Hoffmann. La società è presente, con il marchio Roche e due divisioni distinte (Roche Pharmaceuticals e Roche Diagnostics), nel settore farmaceutico e diagnostico.