Spa: super offerta della Heineken per conquistare i mercati asiatici

4611Heineken LOGO

Heineken punta forte sul mercato asiatico. Il gruppo olandese ha infatti presentato una maxi-offerta da 4,1 miliardi di dollari Usa per far sua l’Asia Pacific Breweries di Singapore. si tratta di un’operazione legata ad una strategia di espansione nella regione e nel tentativo di prevenire un’operazione analoga da parte di uno dei suoi competitor sul mercato del Sud Est Asiatico, la Thai Beverage.
Il titolo della Apb è stato così sospeso dalle contrattazioni alla Borsa di Singapore. L’offerta, spiegano dai Paesi Bassi, rappresenta un premio del 45 per cento rispetto alla media delle valutazioni di Apb nel corso di giugno.
Si legge in un comunicato diffuso dalla  produttrice della celebre birra: “L’offerta di Heineken è coerente con la strategia del gruppo di espansione della sua presenza nei mercati emergenti”.
Heineken punta così ad ottenere il controllo dell’82 per cento di Apb e offrirà altri 1,9 miliardi di dollari Usa per far sue le quote dei piccoli azionisti. L’operazione consiste nel buy out del 40 per cento in Apb detenuto dalla la Fraser & Neave, suo partner locale degli ultimi 80 anni. anche i thailandesi di Thai Beverage stavano trattando l’acquisizione di un 22 per cento di Apb.
Heineken vuole dunque rafforzarsi nel medio-lungo periodo nei mercati emergenti. E’ in questa ottica che negli ultimi anni il colosso olandese ha acquisito o stretto accordi con produttori di birra in Africa, Messico, India, Brasile.
Al gruppo olandese appartengono più di 130 stabilimenti in più di 65 paesi in cui lavorano oltre 57.000 persone che producono circa 165 milioni di ettolitri; divisi in 170 marchi di birre speciali, locali, regionali e premium internazionali, tra cui Cruzcampo, Tiger, Żywiec, Starobrno, Ochota, Murphy’s, Star, Amstele, Heineken. È il 3° produttore di birra mondiale dopo AB-InBev e SABMiller.