Spa: Telecom esce dalla tivvù, La7 ora è in vendita

TELECOM ITALIA MEDIA

Telecom Italia getta la spugna per quel che riguarda l’ipotesi di dar vita al 3° polo televisivo italiano. E così ha deciso di mettere sul mercato la sua controllata Ti Media vale a dire che ha deciso di vendere La7, la rete che pure in quest’ultimo periodo ha vissuto un nuovo rilancio grazie all’ingaggio di personaggi noti sia dello spettacolo e intrattenimento (da Serena Dandini a Sabina Guzzanti), sia del giornalismo (da Enrico Mentana a Daria Bignardi).
La conferma è arrivata al termine del consiglio di amministrazione di Telecom che ha approvato i conti dei primi 3 mesi 2012. L’ufficializzazione attraverso un comunicato: “Nell’ambito del processo di focalizzazione sulle attività core ribadito nel piano Industriale 2012-2014, il consiglio di amministrazione di Telecom Italia ha deciso l’avvio del processo di dismissione delle attività nel settore dei media. Tale dismissione contribuirà al conseguimento dei target di riduzione dell’indebitamento già annunciati”.
Il che significa che, dopo aver provato a risanare il gruppo (in 26 anni Ti Media non è mai riuscita ad avere un bilancio in utile), ora si procede a trovare un’acquirente per fare cassa e ridurre il debito della controllante, ovvero di Telecom Italia.
Ti Media “ha avviato un’operazione di ristrutturazione societaria mediante separazione degli asset televisivi facendoli confluire in una società ad hoc”.
Il patrimonio della società è stato diviso in due parti: i multiplex digitali (le strutture tecniche per la trasmissione dei segnali) e le attività tv (La7 e Mtv Italia). Anche le attività televisive verranno vendute a parte. Mtv Italia ha già trovato la sua strada. Giovanni Stella, l’amministratore delegato di Ti Media aveva già annunciato che verrà avviata una trattativa con Viacom, già socio al 49 per cento della joint venture che controlla anche le attività dei canali Nickelodeon, Comedy Central e quelli musicali sulla piattaforma Sky, per cedere l’altro 51 per cento.